Recensione: Myst per Nintendo DS

di Gaetano Cutri 1

Non bastavano i sistemi per capire la nostra età cerebrale e per tenere in allenamento il cervello grazie alle abilità messe alla prova con Brain Training. La Midway, famosissima e prolifica casa produttrice, ha ben pensato di offrirci un bel gioco con cui mettere a dura prova la nostra intelligenza e tenacia con enigmi che hanno ricordi lontani ben 13 anni. Infatti è proprio a 13 anni fa che risale il primo Myst.

Myst è un mondo unico. Un mondo in cui giocatori di tutto il mondo sono finiti comprando una copia del gioco e ci hanno passato notti intere per capire come progredire con l’avventura pregna di mistero e di complicati enigmi da risolvere. Prima di questa versione per Nintendo DS, sono molte le console che hanno beneficiato di una trasposizione di Myst, possiamo andare dal vecchio Sega Saturn alla più recente Playstation, ma il capostipite è senza dubbio il PC, sistema per cui il gioco è nato.


>>> GIOCABILITA’

Non abbiamo un personaggio visibile sullo schermo, l’azione è visualizzata totalmente in prima persona donando così un’impronta ancora più identificativa alla narrazione e sicuramente una maggiore soddisfazione con la risoluzione degli enigmi che, vi premetto, non sono per niente facili. L’azione consiste nell’esplorare diverse Ere per salvare due fratelli chiusi in altrettanti libri, e per farlo bisognerà recuperare le pagine perdute dei diari in cui i due poveretti sono finiti.

>>> CONCLUSIONI

Non so come sia potuto venire in mente alla Midway di realizzare una versione di Myst per una console portatile. Da sempre Myst è stato un gioco che richiede riflessione, tenacia e molta attenzione, elementi che un videogiocatore di una console portatile spesso non ha. Non solo per l’utilizzo della console spesso per strada o nei mezzi di trasporto, quanto anche nelle ridotte dimensioni dello schermo che rendono l’esplorazione ancora più ostica. Un gioco magnifico per una console che difficilmente lo porterà alla gloria.

Voto: 5.5

Commenti (1)

  1. io ho preso il gioco poco fa ma non ci capisco niente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>