Onimusha e Clock Tower, due nuovi film da due giochi della Capcom

di Gaetano Cutri Commenta

Tra le case di sviluppo dell’universo videoludico, una di quelle che si è fatte amare indipendentemente dai generi di videogiochi sfornati è senza dubbio la Capcom. Quest’anno spegnerà sulla sua torta di compleanno ben 25 candeline che nel settore dei videogiochi per console è davvero tanto, ma la Capcom se li merita tutti grazie alla sapienza con la quale è riuscita a presentarci tanti titoli intriganti e giocabilissimi.

Farà piacere sapere a tutti gli amanti dei videogiochi nonché appassionati di cinema che, forse proprio per festeggiare i suoi 25 anni, la Capcom ha concesso i diritti per produrre ben 2 film da altrettante saghe di successo di cui è mamma. No, stavolta il film di Street Fighter di cui abbiamo abbondantemente parlato non c’entra nulla, aprite bene le orecchie perché la notizia è davvero succulenta.


Il primo titolo che diventerà film già nel 2009 sarà Clock Tower, titolo non conosciutissimo ma che rappresenta una delle prime saghe del terrore che potrebbe essere classificata come un apripista per il genere. La storia è quella di un assassino armato di affilate cesoie che insegue un’ignara ragazza per ucciderla. Il regista del film sarà Martin Weisz, ovvero colui che ha firmato “Le colline hanno gli occhi”.

Il secondo gioco che invece arriverà sul grande schermo soltanto nel 2011 sarà Onimusha. Per quei pochi che non lo sapessero, Onimusha è l’action di ambientazione storica giapponese che con la sua serie di giochi è riuscita ad appassionare milioni di giocatori in tutto il mondo. Il regista del film sarà Christophe Gans, ovvero chi ha girato il film di Silent Hill. Due titoloni da leccarsi i baffi, non vediamo l’ora di comprare i biglietti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>