Biografie: Ken Kutaragi, l’inventore della Playstation

di Andrea Guida 1

Un blog che parla del magico mondo dei videogame senza almeno un articolo dedicato a sua maestà Ken Kutaragi, l’inventore della Playstation (nonché attuale CEO di Sony Computer Entertainment), non può definirsi tale. Ecco quindi che, il nostro appuntamento di oggi dedicato alle biografie, vede proprio lui come protagonista.

Nato l’8 agosto del 1950 a Tokyo (Giappone), il giovane Ken intraprende il suo rapporto con la meccanica grazie al lavoro che dopo la scuola effettua nella piccola fabbrica gestita dal padre. Si dimostra sin da subito un futuro genio, classificandosi tra i migliori studenti della sua scuola (con voti come “A++” in tantissime materie) ed appassionandosi all’elettronica, materia nella quale si laurea dopo qualche anno (all’Università di Denki Tsushin).

Nel periodo post-laurea Ken Kutaragi riesce immediatamente a trovare un’occupazione (come ricercatore) nell’azienda che dal 30 novembre del 2006 lo vede nei panni di dirigente: la Sony. Anche in quel prestigioso ambito, “Mr. Playstation” si dimostra una persona dalla mente più che brillante, lavorando a progetti di gran successo come quelli relativi ai primi LCD ed alle prime fotocamere digitali.


Una breve intervista a Ken Kutaragi

Negli anni 80, anche se non ancora attentissimo alle grandi potenzialità di un mezzo come quello dei videogiochi, Ken Kutaragi lavora in segreto con Nintendo alla creazione del chip audio SPC700 – utilizzato poi dalla “grande N” nella sua console a 16 bit – cosa per nulla apprezzata da Sony, che però, grazie alla comprensione dimostrata dal CEO dell’epoca (Norio Ohga), fece poi completare il lavoro all’attuale CEO di SCEI.

Passando per varie vicissitudini professionali nell’azienda nipponica, nel 1994 il genio del signor Kutaragi riesce a sfornare quello che è ancora uno dei brand più famosi in tutto il mondo: Playstation. In questo caso, ogni descrizione relativa alla console a 32 bit più amata della storia – dimostratasi un successo commerciale senza precedenti, con un tempo di vita record, pari a circa 8 anni e 40 milioni di unità vendute in soli 3 anni – è superflua.

L’anno 2000, con date come 4 marzo in Giappone, 26 ottobre nel Nord America e 24 novembre in Europa, rappresenta invece il debutto di Playstation 2, evoluzione della prima “stazione di gioco” creata da Sony e, al pari del modello precedente, enorme successo commerciale, con più di 100 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo.

La nascita e la riuscita sul mercato di Playstation 3 e del supporto blu-ray sono ancora un rebus dalla soluzione indecifrabile: boom dietro l’angolo o declino annunciato? Sull’ottimo lavoro tuttora svolto da Ken Kutaragi c’è invece poco da dire: l’impegno e la grinta sono sempre quelli di un tempo, i risultati forse no, ma siamo convinti che il piccolo genio giapponese, ormai quasi sessantenne, saprà come cavarsela e far tornare Sony ai fasti di qualche anno fa, quelli che si merita per aver regalato al mondo un sogno chiamato Playstation.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>