Xbox One, smentita la tassa sui giochi usati

di Andrea Guida 2

Buone notizie sul fronte Xbox One. Fonti vicine a Microsoft hanno smentito la necessità di pagare una “tassa” per acquistare i titoli usati ed hanno fatto maggiore chiarezza sul sistema che la console utilizzerà per autenticare i giochi online.

Secondo quanto riferito a Polygon, Xbox One si collegherà ad Internet con cadenza regolare, per verificare l’identità dei giochi, i quali verranno autenticati ed associati automaticamente alla console grazie ad un codice cifrato incluso nei Blu-Ray.

Al momento dell’eventuale passaggio di proprietà, la licenza dei giochi sarà gestita in maniera intelligente dal sistema online di Xbox One, il quale provvederà ad annullare la licenza per la console primaria (quella dell’utente che ha acquistato il gioco nuovo di pacca) per attivarla su quella del giocatore che ha comprato il titolo di seconda mano.

Questo semplificherebbe di molto la gestione dei giochi usati e – cosa ancora più importante – renderebbe insensato il pagamento di una tassa per passare la titolarità di un gioco da una console all’altra. Ma per il momento, meglio precisare, non ci sono ancora conferme ufficiali da parte di Microsoft.

Il colosso di Redmond non ha ancora confermato (né smentito) questi rumor, pertanto le ultime dichiarazioni che dobbiamo prendere per buone sono quelle rilasciate immediatamente dopo la presentazione di Xbox One, quando un dirigente dell’azienda ha definito la tassa sui giochi usati un “potenziale scenario” a cui pensare.

Quasi sicuramente sapremo tutto entro il 10 giugno, data in cui è in programma l’evento pre-E3 di Microsoft, ma noi speriamo vivamente che la questione si chiarisca in tempi ancora più stretti. D’altronde ne va delle potenziali vendite della nuova Xbox, e questo Steve Ballmer e soci lo sanno molto meglio di noi.

[via]

Commenti (2)

  1. “Secondo quanto riferito a Polygon, Xbox One si collegherà ad Internet con cadenza regolare, per verificare l’identità dei giochi, i quali verranno autenticati ed associati automaticamente alla console grazie ad un codice cifrato incluso nei Blu-Ray.

    Al momento dell’eventuale passaggio di proprietà, la licenza dei giochi sarà gestita in maniera intelligente dal sistema online di Xbox One, il quale provvederà ad annullare la licenza per la console primaria (quella dell’utente che ha acquistato il gioco nuovo di pacca) per attivarla su quella del giocatore che ha comprato il titolo di seconda mano.”

    A casa mia tutto questo rigirio sia chiama Ufficio Complicazioni Affari Semplici.

    Un semplice controllo sull’originalità del bluray non poteva bastare di suo?

    Veramente ridicolo.

  2. Non mi capita mai di fare commenti sui blog che leggo, ma in questo caso faccio un’eccezione, perche’ il blog merita davvero e voglio scriverlo a chiare lettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>