American McGee’s Alice, presto un seguito della dark Alice

di Gaetano Cutri 1


La protagonista di questa favola è una bella bambina dai biondi capelli e dai luminosi occhi azzurri che richiamano fortemente il colore dell’abitino da brava ragazza che è solita indossare. Addormentatasi sulle radici di un albero dall’alto fusto, pare svegliarsi di soprassalto notando un buffo coniglio bianco che la incuriosisce spingendola ad alzarsi ed inseguirlo nell’angusta tana in cui il simpatico e frettoloso roditore si intrufola.

Ben presto la dolce bambina si troverà in un luogo incantato dove la follia e l’atmosfera onirica regnano sovrane, tra svitati cappellai matti che amano prendere il tè, tra gatti stregati che appaiono e scompaiono come se niente fosse, tra bruchi che fumano rilassati sulle foglie delle piante e regine di cuori che sono abituate a tagliare teste delle persone che non le vanno a genio. Questi sono i buffi personaggi che animano il mondo di Alice nel paese delle meraviglie.


La storia è stata più volte riproposta, sia in forma narrativa sia illustrata, passando anche per il mondo del cinema e dei cartoni animati, ed Alice si è anche prestata per uno sconvolgimento totale facendosi immergere in un trip dark e oscuro in cui il mondo colorato e folle lasciava spazio a tinte tenebrose e spaventose. Stiamo parlando di American McGee’s Alice, un videogioco uscito ormai diversi anni fa che poneva una mora Alice in un mondo molto più inquietante.

Il gioco era strutturato come un’avventura dalla natura molto affascinante e riusciva a coinvolgere sia gli appassionati delle trame adulte sia i fan della conosciuta storia di Alice. Visto il successo ottenuto dal primo titolo, la EA Games, anche se a distanza di anni, ha ben pensato di realizzarne un seguito per Playstation 3, Xbox 360 e PC. Non conosciamo ancora le novità del nuovo capitolo, ma non vediamo l’ora di tuffarci di nuovo nel paese delle meraviglie più scure che abbiamo mai visto.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>