Pappaball, lo sport nato in Wakfu diventa un browser game

di Gaetano Cutri 1


In principio ci fu Dofus, un titolo che appartiene di diritto alla categoria dei MMORPG ovvero quei mondi preesistenti che permettono al giocatore di turno di avere contatti con utenti sparsi un po’ per il mondo e di poter interagire in un mondo assolutamente favoleggiante, a metà strada tra il cartone animato interattivo e il vero e proprio gioco di ruolo. Ma poi arrivò anche Wakfu, una nuova creatura che ha portato nuova fortuna alla Ankama Games.

La grande compagnia francese ha insomma due assi molto forti tra le proprie carte e continua a giocarseli con una grande attenzione e con grande maestria, riuscendo a miscelare il gioco classico con il gadget e il cartone animato. Proprio dalla serie tv di Wakfu, andata in onda su Cartoon Network e pronta a partire anche su Boing, nasce un nuovo titolo che verrà in qualche modo a sganciarsi dalle serie madre pur sfruttando delle solide caratteristiche.


Il suo titolo è Pappaball, un nome divertente che in inglese viene però definito Gobbowl e si tratta dello stesso sport che è stato presentato proprio in alcuni episodi della serie tv a cartoni animati di Wakfu. Intelligente la Ankama nella sua capacità di sfruttare un’idea vincente nata in un contesto televisivo, trasformandola in un browser game i cui beta test partiranno dal prossimo 8 settembre. Il gioco ovviamente non apparterrà ai giochi di ruolo ma ai titoli sportivi.

Pappaball sarà una sorta di mix tra il rugby e il football americano e i giocatori potranno crearsi la propria squadra di cinque elementi tra quelle già esistenti o miscelando a piacimento delle razze tra i personaggi già visti in Dofus e Wakfu. Gli elementi giocheranno ancora una volta un ruolo fondamentale, ma Pappaball sarà immediato e di semplice utilizzo per rendere a tutti l’esperienza di gioco assolutamente diretta e divertente. Non vediamo l’ora di provarlo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>