Il nuovo Silent Hill avvolto nel mistero

di Gaetano Cutri Commenta

Nell’universo dei survival horror il titolo forse più inquietante ma soprattutto misterioso resta sempre Silent Hill. Con le sue ambientazioni nebbiose e spaventose ci ha fatto perdere intere ore di sonno, ma adesso questo mistero si sposta nel settore produzione e sviluppo visto che c’è un bel mistero che attanaglia l’ultimo capitolo della saga di prossima uscita per Playstation 3, Xbox 360 e PSP.

Infatti se tutti gli episodi di Silent Hill usciti finora erano stati realizzati dalla divisione giapponese della Konami, a Silent Hill: Homecoming ci sta lavorando un misterioso gruppo americano chiamato “The Collective”. Non si sa molto di questo team di lavoro né soprattutto da chi sia composto in realtà, ma il loro motto riguardo questo gioco sembra essere “facciamolo bene” e pare proprio che dovremo aspettarci un gran titolo.


Il nuovo gruppo di lavoro non sembra voler rivoluzionare il gioco bensì evolverlo chiaramente in meglio utilizzando le affilate armi di cui la saga dispone. Il titolo infatti è quasi completamente avvolto nel mistero, trama compresa. Sappiamo soltanto che il nostro protagonista si chiama Sheperd e che è ritornato dopo la guerra nel suo paese natio trovandolo completamente sepolto dalla nebbia più fitta.

Sheperd non trova più i suoi fratelli e nemmeno sua moglie di cui però sente la voce provenire da un posto impossibile da stabilire che le dice “Sei stato via troppo a lungo”. Insomma i misteri per appassionare il classico fan di Silent Hill ci sono tutti, compreso il sistema di combattimento che ora può contare anche su temibili contrattacchi coreograficamente letali. Silent Hill Homecoming arriverà a settembre, ma intanto potremo sollazzarci con Origins che arriverà qualche mese prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>