Battlefield 3, Electronic Arts torna in guerra

di Davide Leoni 1

Lo abbiamo atteso per una vita, da pochi giorni è arrivato sugli scaffali dei negozi. Parliamo ovviamente di Battlefield 3, titolo che segna il “vero” ritorno in guerra di Electronic Arts, dopo le prime scaramucce a base di Medal Of Honor e Battlefield Bad Company 2. Battlefield 3 si pone come diretto concorrente di Modern Warfare 3, potenzialmente uno dei giochi più venduti di tutti i tempi, successore di quel Modern Warfare 2, capace di piazzare qualcosa come 20 milioni di copie in pochi mesi, nel 2009.

Ho avuto modo di provare la versione PC del gioco, pertanto il giudizio è basato su questa versione e non tiene in considerazione pregi e difetti delle edizioni per console. Un solo appunto, prima di lasciarvi alla recensione, nel testo non troverete accenni alla modalità multiplayer. Questo perchè tra problemi personali di connessione e server sovraccarichi il giudizio sarebbe stato inevitabilmente falsato. Al multiplayer riserveremo un post dedicato nei prossimi giorni.

Grafica e sonoro

La versione PC di Battlefield 3 è graficamente molto buona, stupisce in particolare la direzione artistica del progetto, capace di mascherare le piccole magagne tecniche che ogni motore grafico si porta comprensibilmente dietro. Gli ambienti sono vastissimi, gli effetti incredibilmente realistici ed il gioco scorre fluido e senza rallentamenti anche su configurazioni non particolarmente performanti.

Ovviamente l’engine è completamente scalabile e adattabile alla propria configurazione, regolando tutti i dettagli al minimo possiamo giocare bene anche su hardware particolarmente vetusti, anche se chiaramente non è questo il modo giusto per godersi lo spettacolo garantito dal motore Frostbite 2.

Discreta la parte audio, con un buon doppiaggio in italiano ed una colonna sonora composta da brani rock molto ritmati adatti all’atmosfera, ma forse poco incisivi sulla lunga distanza.

Giocabilità’ e longevita’

Con Battlefield 3 DICE non ha certo voluto innovare il genere, anzi, ma solamente migliorare ed affinare una formula che ha già dato ottimi risultati nei precedenti capitoli e nello spin-off Bad Company. Battlefield 3 è un FPS militare piuttosto classico, la guerriglia è stata simulata alla perfezione, l’arsenale è incredibilmente realistico e durante le battaglie l’adrenalina è a mille.

La trama ci mette nei panni di un soldato che, a suo dire, conosce i piani di un attentato terroristico, qui interverrà l’FBI ed il nostro eroe sarà messo sotto torchio dal governo. Questo ci permetterà di vivere le missioni come un flashback continuo, una struttura narrativa che in questo caso si rivela vincente.

Sistema di controllo

Completamente personalizzabile, la combinazione tastiera e mouse si rivela ovviamente la migliore per quanto riguarda gli sparatutto in prima persona. Ho avuto modo di provare Battlefield 3 con il joypad Xbox 360 ed il feedback generale è buono, tuttavia tastiera e mouse garantiscono una precisione assoluta, fondamentale in un gioco del genere.

Giudizio finale

E’ difficile valutare un gioco come Battlefield 3, tenendo presente che il giudizio non tiene conto della modalità multiplayer. In single player il gioco targato DICE si rivela un FPS classico, ma avvincente ed estremamente curato sotto ogni aspetto. Il gameplay è ottimo, così come l’aspetto tecnico, assolutamente di primo livello su PC.

Inutile dire che Battlefield 3 è un gioco imperdibile per tutti coloro che sono cresciuti a pane e sparatutto, sicuramente il miglior FPS dell’anno, almeno per il momento.

Voto 9

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>