Grandi classici della Sega in arrivo su PSN e XBLA

di Gaetano Cutri Commenta


Fino ad un paio di generazioni di console fa, era assolutamente impensabile che il simbolo, la vera mascotte di una casa produttrice di console potesse far traslocare il suo personaggio di punta su un’altra macchina da gioco anche se questo poteva significare una maggior presenza sul mercato e quindi un forte aumento degli incassi. Le case produttrici preferivano invece ospitarle sulle proprie console e garantirsi l’esclusività.

Questo accadeva in special modo quando erano in corso le battaglie tra Nintendo e Sega ai tempi delle console a 16 bit, quando Mario restava buono buono a casa sua e il porcospino Sonic poteva correre a perdifiato soltanto sulle console prodotte dalla grande S. Tutto questo però è acqua passata anche perché la Sega non ha attualmente console da lanciare sul mercato e quindi i suoi giochi possono vagare indisturbati un po’ ovunque.


Infatti, è grazie soprattutto ai servizi online che permettono di scaricare giochi offrendo così l’opportunità ai giocatori nuovi di pacca di rivivere le stesse emozioni di chi ha qualche anno in più con i grandi titoli del passato, permettendo di giocare a dei grandi classici mai tramontati e che spesso tornano in auge con nuovi mirabolanti episodi delle saghe più amate. E’ fresca la notizia dell’arrivo sia su PSN che su XBLA di portentosi giochi Sega.

Infatti arriveranno presto quattro giochi assolutamente unici nel loro genere: Phantasy Star II che emozionerà i fan dei giochi di ruolo, Gunstar Heroes che accontenterà gli appassionati dei giochi d’azione, Comix Zone che sorprenderà con uno stile originale chi ama i picchiaduro ed infine l’immancabile mascotte Sega con Sonic 3. Al momento i giochi sono previsti per il mercato americano ma siamo sicuri che presto giungeranno anche in Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>