Frigost, disponibile la gelida espansione di Dofus

di Gaetano Cutri 1


Novità in grande stile per gli appassionati di Dofus, il simpatico gioco di ruolo di massa che, direttamente dalle menti francesi della Ankama Games, è pian piano diventato un vero e proprio fenomeno di culto per moltissimi appassionati del genere, grazie alla sua divertente giocabilità e al look fumettoso che attrae un pubblico di giovanissimi ma interessa sicuramente anche un bacino di utenza più vasto, inglobando anche giocatori più maturi.

La novità, che è stata presentata in anteprima all’Ankama Convention #5 che si è svolta qualche tempo fa alle porte di Versailles, riguarda Frigost, una nuova espansione per il tormentone della caa di sviluppo francese che proporrà ad una parte dei giocatori del simpatico MMORPG un continente invaso dai ghiaccio, pronto a stupire per la sua gelida ambientazione e per una serie di caratteristiche che riguardano nuove famiglie di mostri e missioni.


Terra verde e dal clima dolce, Frigost nasce come una sorta di piccolo paradiso terrestre, ma purtroppo un esperimento fallito ha portato, con l’utilizzo di una sorta di macchina che agisce sul cambio di clima, un inverno perpetuo in quello che ora i giocatori di Dofus possono conoscere come un territorio ghiacciato. Insomma grande entusiasmo per una nuova espansione che va ad arricchire un mondo già di suo particolarmente interessante.

Frigost si presenta a forma di balena ed è un territorio destinato ai giocatori che vanno dal livello 100 al 200. Gli utenti avranno l’obiettivo di portare a termine alcune missioni in progressione attraverso le tre parti di questa nuova espansione che ha iniziato ad apparire dallo scorso 25 giugno con una prima sezione, fino ad arrivare ad una terza in cui incontrare un famigerato boss finale. Anche se è estate copriteli bene, Frigost vi aspetta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>