Deadly Creatures, scorpioni e tarantole infestano le Wii

di Redazione Commenta

Spread the love

Quanti personaggi assurdi abbiamo guidati all’interno dei nostri videogiochi preferiti? Tra alieni, umanoidi e robot non se ne contano davvero i protagonisti strambi delle nostre avventure, ma vi avvertiamo che è previsto per fine 2008 un gioco che metterà decisamente in discussione la serie di alter ego virtuali di cui avete preso il possesso negli anni delle vostre carriere da videogiocatori.

Dimenticatevi agenti segreti, spie, assassini o più semplicemente idraulici baffuti e porcospini azzurri, qui si fa sul serio mettendovi al comando di due insetti tra i più letali esistenti al mondo! Infatti nel nuovo titolo previsto per Wii chiamato Deadly Creatures prenderemo addirittura il comando di uno scorpione e di una tarantola in un’avventura che potrà ricordarci molto una puntata del National Geographic.


Ormai siamo abituati agli spargimenti di sangue virtuali con tutte le armi da fuoco o da taglio che abbiamo utilizzato nei nostri titoli di punta, eppure vi accorgerete quanto una naturale battaglia tra scorpioni e ragni potrà sembrarvi ancora più crudele e spinta quando prenderete il comando di un letale scorpione o di un’agile tarantola per farvi largo attraverso il mondo degli insetti che questo gioco vi propone.

Il controller della Wii vi porterà facilmente guidare le appuntite tenaglie di cui è dotato lo scorpione, mentre la tarantola darà maggiormente spazio alle fasi esplorative del gioco. Andando avanti avrete anche l’opportunità di imparare nuove abilità come poter scavare dei cunicoli o infliggere danni maggiori, magari approfittando dei punti deboli dei nemici per scatenare la nostra furia omicida attraverso dei colpi mortali altamente coreografici. Non vediamo l’ora di provarlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>