Giochi della memoria: Zoom

di Gaetano Cutri 2

Quando ancora le console a 16 bit erano in commercio e non c’era la possibilità di creare qualcosa che somigliasse in tutto e per tutto ai film per il grande schermo come ora accade pressoché per qualunque gioco destinato alle attuali console presenti nel mercato videoludico, era molto in auge il genere dei puzzle game visto che garantivano una giocabilità altissima anche se la grafica e la storia non erano da oscar.

Un esempio classico del genere uscito diversi anni or sono per il caro vecchio Sega Mega Drive è Zoom, un titolo semplicissimo per un puzzle game dallo stile altrettanto semplice. Il nostro protagonista che ci toccava impersonare era una sorta di alieno simile ad una grossa patata con un viso umano, due braccia, due gambe e due buffe orecchie a punta, una sorta di folletto spaziale che aveva un compito da portare a termine.


Il suo obiettivo, che nei vari livelli di gioco si riproponeva in modo assolutamente identico, era quello di percorrere delle linee rette in modo da colorarle al nostro passaggio e coprire così tutta l’area di gioco. Insomma il gioco si poteva risolvere in una semplice passeggiata? Niente di più sbagliato, infatti come in ogni classico gioco, c’erano dei nemici da cui star lontano e che potevano toglierci la vita con il semplice tocco.

I nemici erano rappresentati da altri alieni che scorrazzavano liberamente per l’area di gioco e ci obbligavano a percorsi alternativi qualora uno di essi ci sbarrava la strada. I più perfidi avevano anche la possibilità di cancellare le nostre tracce ed obbligarci a ripercorrere il cammino già svolto. Un titolo insomma dalla grafica a dir poco spartana ma decisamente divertente per chi ama la semplicità dei puzzle game e un’ambientazione leggermente diversa dalla norma.

Commenti (2)

  1. Troppo bello Zoom!!!, mi ricorda la mia infanzia…

    passare i pomeriggi dopo la scuola, carico di merendine per cercare di finirlo…

  2. Eheh Guido avevamo le stesse abitudini 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>