Riviviamo le battaglie planetarie con Lost Empire: Immortals

di Gaetano Cutri Commenta

Dal lontano 1993, davvero una vita se la consideriamo nel contesto del mondo dei videogiochi in cui tutto nasce e muore frettolosamente lasciando spazio alle novità, la saga di Lost Empire ha dato vita ad una serie di giochi originali e riflessivi che hanno stregato molti videogiocatori. Il genere è quello degli strategici e tutti sono stati ambientati nello spazio confinato, facendoci intraprendere una sorta di guerra dei mondi.

Adesso un nuovo gioco strategico a turni targato Pollux Gamelabs, una casa produttrice danese, sta per farci rivivere le battaglie planetarie dei vecchi giochi con Lost Empire: Immortals, un ambizioso gioco che ci porta, come nei capitoli precedenti, a prendere possesso di un piccolo pianeta e, attraverso riflessive e meditate battaglie a turni, far nostri tutti i pianeti circostanti, colonizzando così buona parte dell’universo.


La trama di fondo del gioco è un po’ complessa, ma riassumendo il tutto, si può dire che l’universo era composto da uomini immortali ma una catastrofe spaventosa ha annientato la razza a cui sono sopravvissuti solo 2 elementi ora in lotta tra loro. A causa di questa lotta fratricida, i due chiedono l’aiuto umano per sconfiggere l’altro e proprio questo ruolo noi avremo, accontentando le richieste che uno dei 2 esseri immortali rimasti in vita ci chiederà.

Il complesso sistema di gioco sarà pane duro per i vostri denti da affamati di strategici, ma vi basti sapere ogni turno equivale ad un anno e in questo lasso di tempo avremo modo di impartire ordini alla nostra flotta e potremo muoverci liberamente attraverso lo scenario di gioco che sarà diverso a seconda delle impostazioni selezionate all’inizio della modalità storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>