Giochi della memoria: Sunset Riders

di Gaetano Cutri 3

C’è stato un periodo in cui nel panorama cinematografico mondiale, a farla da padrone c’era un genere che appassionava i temerari e gli amanti degli uomini che non devono chiedere mai, di storie di indiani e cowboy, di mandrie imbizzarrite, di banditi inferociti e di duelli al sole a suon di armi da fuoco. Insomma il genere western è stato di certo un filone che ha fatto storia.

E chiaramente il campo della celluloide non ha avuto l’esclusiva sul genere in questione visto che anche nel settore videoludico sono spuntati dei gradevolissimi esponenti del genere che sono riusciti a divertire intere generazioni di appassionati del periodo. Basti ricordare il simpatico e divertente Sunset Riders, un gioco della Konami che ha visto la luce nei primi anni ’90 per Mega Drive e subito dopo su Super Nintendo.


Com’è facile immaginare, Sunset Riders ci metteva al comando di due cowboy, due uomini dal grande fascino e dalla pistola facile che, facendosi largo lungo gli scenari che da sempre hanno caratterizzato il filone western, avevano il compito di ripulire la città dai ricercati più ambiti per mettere le grinfie sulle laute ricompense e portando così pace nel proprio paese.

Se l’ambientazione poteva essere piuttosto originale visto che al tempo erano davvero pochissimi i giochi in cui nei panni di un cowboy dovevamo percorrere un treno in corsa nel deserto oppure gli esterni di un affollato saloon, lo stile di gioco ricordava molto i classici del tempo come Contra o Shinobi in cui il protagonista doveva correre e sparare seguendo l’asse prestabilita per il movimento. Nonostante ciò il divertimento era comunque assicurato.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>