Resident Evil 5: primo trailer ed impressioni, con uno sguardo ai capitoli scorsi

di Andrea Guida 5

Al recente evento Captivate 08, Capcom ha finalmente svelato ai fan della saga survival horror più bella di tutti i tempi la sua nuova creatura: Resident Evil 5. E lo ha fatto in grande stile, ovvero mostrando un succulento trailer che mostra alcune scene del titolo in azione (e che a fine articolo potremo ammirare insieme), con una meccanica di gioco che, perfezionata ed adattata alle console di ultima generazione, pare tornata quella dei tempo d’oro, ovvero quella dei primi tre capitoli della saga.

Tutto ha inizio in un piccolo villaggio africano, dove il giocatore è subito chiamato ad affrontare un’orda di zombi affamati (ma tanto affamati!), con l’aiuto di un nuovo sistema di telecamere, molto più affidabile ed in grado di far vedere meglio l’ambiente circostante rispetto al passato, anche se con qualche angolo poco illuminato messo ad hoc dai programmatori per dare un tocco di horror in più.

Per quanto riguarda invece i personaggi, salta subito all’occhio la presenza di una sconosciuta donzella al fianco del mitico Chris Redfield, entrambi definiti e realistici in un modo pazzesco, grazie appunto alla potenza delle console di nuova generazione. Ma com’è cominciato tutto? Da dove è partita la gloriosa saga di Resident Evil?


Uno dei leeeenti zombi di Resident Evil

I videogiocatori non di primo pelo se lo ricorderanno sicuramente: era il 1996 quando approdò sul mercato il primo Resident Evil per Playstation (successivamente convertito Sega Saturn, PC, GameCube e Nintendo DS) caratterizzato da una grafica ottima per l’epoca e zombi dall’aspetto un po’ più fumettoso di quello a cui siamo abituati adesso (per non parlare della lentezza nei movimenti). Tutto iniziava con uno spettacolare filmato d’introduzione, in bianco e nero e con attori in carne ed ossa (interpreti, tra gli altri, di Jill Valentine e Chris Redfield, nei panni dei quali il giocatore doveva poi scoprire la verità sugli esperimenti dell’Umbrella Corporation, e trovare eventuali superstiti del team Bravo) che, rincorsi da cani zombi si rintanavano nella terribile villa abitata da orde di morti viventi, ambientazione che, al contrario dei capitoli successivi, rimarrà la stessa per tutto il percorso di gioco.

Facendo un salto in avanti di circa due anni, approdiamo nel mondo Playstation, dove troviamo il mitico Resident Evil 2. Gioco in 2 CD (successivamente convertito anche per PC, Dreamcast; Nintendo 64 e GameCube), dove nei panni di Claire Redfield (sorella di Chris) o Leon Kennedy (poliziotto) si doveva affrontare l’orda di zombi che aveva preso d’assalto Raccoon City, con conseguente ampliamento delle ambientazioni del gioco rispetto al capitolo precedente. Un titolo davvero ben fatto, uno dei migliori per i suoi tempi.
Il terribile Nemesis di RE3

Ed eccoci pronti a fare un nuovo balzo in avanti nel tempo, questa volta di tre anni, dove nel 1999, sempre su Playstation (e poi su PC, Dreamcast e GameCube), ha fatto il suo debutto Resident Evil 3: Nemesis. Meccanica di gioco quasi invariata (ma migliorata) rispetto al capitolo precedente, ma con una grafica molto più spettacolare ed una protagonista unica: Jill Valentine, che dopo essere sopravvissuta agli orrori del primo gioco si ritrova ad affrontare il malefico Nemesis, uno “zombi all’ennesima potenza” che cerca di ucciderla durante la storia di tutto il gioco.

Resident Evil 4 (per GameCube, PlayStation 2, PC e Nintendo Wii) è invece il più scialbo capitolo della saga, consistente in una sorta di sparatutto, molto divertente all’inizio quanto decisamente stancante dopo diverse ore di gioco. Insomma, niente a che vedere con i gloriosi predecessori.

Infine, come promesso, eccoci ricatapultati nel presente per assistere insieme al nuovo trailer di Resident Evil 5. Guardatelo e non dimenticate di dirci voi a quale capitolo della saga siete più affezionati.

Commenti (5)

  1. Che dire… spettacolare!

    Il mio preferito rimane Resident Evil 2 giocato su Psx 🙂

  2. @Nikopolidis: ma con quale dei due CD? 🙂

  3. Il cd di Leon 😉 E se devo aggiungere il pezzo in cui mi son più spaventato… questo:

    http://www.adventureclassicgaming.com/images/galleries/145/145_12_medium.jpg

    //Mentre si camminava nel corridoio si vedeva scorrazzare fuori dalla finestra, un mostro strano… che camminava velocemente sui vetri, uno non ci faceva più di tanto caso… ma poi ritrovandolo sulla propria testa… uaz! 😀

  4. @Nikopolidis: a chi lo dici! 😀
    Un po’ come i cani del primo capitolo, che saltavano fuori dalle finestre facendomi puntualmente saltare sulla sedia!

    ciao 😉

  5. a me quello più piaciuto è il 2, sia x trama che per durata… era dura staccarsi!! il n. 1 era quello più difficile invece, se non facevi attenzione alle munizioni e la salute rischiavi di buttar via ore di gioco e ricominciare tutto. gli altri così così… il 4 carino e x essere della play2 è fatto benissimo. appena esce il 5 lo vado a prendere!!! ke grafica e che giocabilità!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>