The Grinder, lo sparatutto horror in arrivo su Wii

di Gaetano Cutri Commenta


Il mondo dell’horror e del terrore è sempre stato uno degli elementi di forza del cinema internazionale. Infatti sono tanti i registi che sono diventati noti trattando prevalentemente argomenti legati al misticismo e alla presenza di mostri e creature demoniache tra di noi, oltre alla presenza di fantasmi e spettri in ogni salsa, legati spesso a profezie antiche quanto le civiltà a cui le loro anime erranti erano legate, ricomparendo in date occasioni.

Anche il mondo dei videogiochi, forse ispirato dal grosso successo dei film del terrore al cinema, ha sempre pescato a piene mani dal calderone malefico di queste pellicole per presentare degli scenari tenebrosi e spaventosi, pieni di creature dall’alto tasso di inquietudine e che non perdono occasioni per farci saltare dalla sedia alla prima visione. Molti sono anche i generi che si sono fatti largo sfruttando l’elemento horror in tutto il suo splendore.


Se una volta erano le avventure a farla da padrone, con particolari elementi puzzle e grandi fasi esplorative, sono ora i survival horror a sbancare le classiche di vendita da quando Resident Evil è arrivato sul mercato. Un po’ meno marcato ma allo stesso tempo particolarmente attivo è però anche il genere degli sparatutto che prende in prestito il mondo dell’horror sostituendo ai classici soldati e alle spie delle bestie maligne che sembrano uscite direttamente dal peggiore dei nostri incubi.

Esattamente a quest’ultimo filone appartiene The Grinder, il titolo per Wii in gestazione alla High Voltage che utilizza come genere lo sparatutto in prima persona e che ci pone l’obiettivo di annientare le colonie di mostri che infestano la nostra città, creando un titolo dall’alto tasso di adrenalina e molto dinamico. Infatti per riuscire a sopravvivere avremo bisogno di riflessi pronti e una grande capacità di autocontrollo per le scene raccapriccianti che ci capiterà di vedere. L’idea sembra interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>