Nintendo 3DS, un milione di console vendute in Giappone

di Davide Leoni 1

A tre mesi e mezzo dal lancio, il Nintendo 3DS raggiunge la soglia del milione di unità vendute in Giappone. Un risultato ovviamente attesissimo da Nintendo, purtroppo le vendite della nuova console portatile non sono all’altezza delle aspettative in nessun territorio, in Asia specialmente la console fatica molto ad imporsi e sul fronte commerciale viene spesso battuta dalla vecchia PSP.

Si tratta comunque di un dato molto importante, anche se c’è da dire che il Nintendo DS ha impiegato circa tredici settimane per vendere un milione di pezzi, mentre il DSi XL (LL, in Giappone) ne ha impiegate ben 25.

Il Nintendo 3DS è uscito in Giappone il 26 febbraio, durante il weekend di lancio la console ha venduto ben 400.000 unità, facendo registrare il sold-out in tutto il paese, da allora però le vendite si sono arenate, non solo in Giappone, ma anche in America ed Europa.

Nintendo tuttavia è piuttosto soddisfatta dei risultati ottenuti e crede ancora nelle potenzialità del 3DS, entro la fine del 2011 usciranno numerose killer application per la macchina come The Legend Of Zelda Ocarina Of Time, Resident Evil The Mercenaries 3D, Kid Icarus Uprising, Star Fox 64, Metal Gear Solid 3D Snake Eater, Mario Kart e Super Mario 3DS. Senza trascurare i giochi in uscita nel 2012, come Paper Mario, Tekken, Smash Bros e Luigi’s Mansion 2, titoli di grande spessore che, ne siamo certi, faranno aumentare notevolmente le vendite della piccola console.

Un sondaggio svolto qualche settimana fa ha rivelato che i giapponesi non comprano la console perchè è troppo cara, Nintendo dovrebbe forse pensare ad un taglio di prezzo, anche perchè con il lancio di PlayStation Vita fissato per Natale, l’unico modo per mantenere le vendite su livelli discreti è proprio quello di abbassare il prezzo al pubblico.

Nintendo però non vuole sentire ragioni, la casa di Kyoto non vuole vendere l’hardware in perdita, probabilmente il prezzo del Nintendo 3DS non calerà almeno fino alla fine del 2012.

[via]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>