Ancora problemi per Bully

di Gaetano Cutri Commenta

Quando un gioco nasce sotto una cattiva stella è difficile che ci sia qualcosa per rimettere le cose a posto. Uno dei giochi di prossima uscita è GTA IV e noi tutti sappiamo già quante lamentele sono giunte da ogni dove a causa della natura piuttosto violenta e turbolenta del gioco che comunque è arrivato imperterrito alla sua quarta edizione vendendo tantissime copie e facendo la felicità dei suoi acquirenti.

Ma chiaramente non è soltanto GTA il gioco preso di mira dall’opinione pubblica sui danni che i videogiochi, ed alcuni in particolare, possono fare agli ignari giocatori, infatti poco tempo fa uscì un titolo che da GTA prendeva in prestito lo stile di gioco permettendoci di fare più o meno le stesse azioni che possiamo svolgere nei panni del malavitoso protagonista di GTA ma in modo più pacato vista l’età del nostro alter ego virtuale.


Sto parlando di Bully, una sorta di simulazione di vita da college di un ragazzaccio alle prese con piccole missioni da portare a termine comportandosi, come il titolo suggerisce, proprio come un bullo. Il gioco uscì su Playstation 2 con un discreto successo, ma da poco è arrivato anche Bully: Scolarship Edition su Xbox 360 permettendo anche agli adepti della Microsoft di trasformarsi in bulli.

Purtroppo però da subito la versione del gioco in circolazione presentava dei difetti a livello tecnico rendendo l’esperienza di gioco non esente da alcuni difetti grandi che impedivano il superamento di alcune missioni. E’ stata messa in circolazione una patch che avrebbe dovuto risolvere il problema ma a quando pare in molti si lamentano ancora di blocchi improvvisi e per questo si è già provveduto a comunicare l’arrivo di una seconda patch per mettere fine a questi annosi problemi. Speriamo sia la volta buona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>