Yoville, The Sims in versione Facebook

di Gaetano Cutri 1


Il suo arrivo, dapprima sui personal computer e successivamente, in versioni alquanto differenti e più adatte alle piattaforme supportate, anche su console, ha decisamente sconvolto il mondo dell’intrattenimento videoludico visto che aveva permesso la nascita di un vero e proprio innovativo nuovissimo ed inedito genere, una sorta di dimensione parallela, un gioco-non gioco, un’esperienza che andava oltre la semplice partita, ma segnava un appuntamento fisso con un altro mondo.

Stiamo parlando di The Sims, la simulazione di vita che ha portato alla dipendenza moltissimi appassionati di videogiochi ma anche chi non aveva prima niente a che fare con controller e altro, moltiplicando il suo successo con tutte le espansioni che la casa di sviluppo ha disseminato per permetterci di fare pressoché qualunque cosa, dall’organizzazione di feste di qualunque tipo fino alla coltivazioni di amicizie e relazioni in modo più approfondito.


Ci sono stati dei tentativi di clonare il capostipite di un nuovo genere, ma praticamente nessuno è riuscito ad emergere e ad eguagliare il successo e l’interesse verso The Sims, ma da un po’ è anche Facebook che lancia la sua proposta grazie a Yoville, una sorta di versione molto semplificata della notissima simulazione di vita utilizzando dei personaggi da noi creati facendoli scorazzare liberamente all’interno di una città popolata dai nostri contatti e non solo.

Non ci sarà l’incubo delle barre vitali che scendono vertiginosamente, ma avremo solo un livello di stanchezza che non darà molti problemi anche se ci divertiremo a comprare nuovi oggetti, arredare casa, risolvere delle piccole missioni per conto dei nostri contatti oppure addirittura andare a pescare grazie ad un simpatico minigioco. Non c’è ovviamente l’ardire di raggiungere la magnificenza di The Sims, ma un piccolo sforzo è stato fatto per garantirci un po’ di sano divertimento.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>