Monkey Ball, lo scimmiotto calciatore su Facebook

di Gaetano Cutri 1


Il mondo dei videogiochi è ormai affollatissimo di una quantità di protagonisti davvero molto ampia tanto da poter accontentare praticamente i gusti di chiunque. Chi vorrebbe il lottatore nerboruto pronto a massacrare il proprio avversario in una particolare ambientazione di gioco di stampo evocativo ha di che deliziarsi, così come chi vorrebbe un’eroina tutta curve per poter affrontare un’avventura piena di sorprese e con un pizzico di azione.

Ma saranno contentissimi anche quelli che si accontentano di qualcosa che potrebbe rifarsi ai tempi andati, a quel sapore vintage di cui si sente ogni tanto il bisogno di fronte a dei veri e propri colossi dell’intrattenimento che si divertono a far furore nelle più recenti stagioni videoludiche. Personaggi semplici, magari dotati di pochi tratti distintivi e creati dall’antropomorfizzazione di animali che siamo comunemente soliti vedere in altre circostanze.


Sonic ad esempio è uno di questi, da porcospino si è ritrovato ad essere un campione di folli velocità in giro per le console, ma se notiamo bene, negli ultimi tempi c’è un animale che ha calamitato l’attenzione di tutti attraverso vari titoli. Quante volte infatti vi è capitato di trovare una simpatica scimmietta come personaggio di contorno o addirittura come protagonista di un gioco? Super Monkey Ball forse vi dice qualcosa, ma anche Facebook prende parola.

Il titolo è praticamente identico, si tratta infatti del più semplice Monkey Ball, e cliccando su quest’applicazione avremo modo di provare, nei panni di una scimmia, di calciare una palla come se fossimo dei novelli Totti o Gattuso, e di lanciarla il più lontano possibile facendo impazzire il contametri posto in alto nell’area di gioco. Basterà un semplice click del mouse per accendere la sfida con i propri contatti. Pronti a fare il miglior punteggio con Monkey Ball?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>