UbiSoft vuole vincere la “guerra” dei titoli next-gen

di Redazione Commenta

Spread the love

UbiSoft ha deciso di posticipare l’uscita di Watch Dogs al 2014 per l’esigenza di correggere alcuni difetti che affliggevano il gioco a poche settimane dal suo debutto originale. Anche se abbastanza discussa, questa scelta denota una certa tendenza al perfezionismo da parte del publisher francese, publisher che punta ad un traguardo davvero ambizioso: vincere la “guerra” dei titoli next-gen restando sulla cresta dell’onda per l’intero arco di vita di PlayStation 4 ed Xbox One (che come ben sappiamo sarà abbastanza lungo).

Le intenzioni di UbiSoft sono state messe nero su bianco in un comunicato che il gruppo ha distribuito agli investitori per “tranquillizzarli” dopo la posticipazione di Watch Dogs e The Crew:

Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di vincere la prossima generazione [di giochi]. Le decisioni difficili che abbiamo preso per realizzare pienamente il grande potenziale delle nostre nuove creazioni hanno un impatto sulle nostre performance a breve termine, ma siamo convinti che a lungo termine si riveleranno delle giuste decisioni, sia in termini di soddisfazione per i nostri clienti sia in termini di creazione di valore per i nostri azionisti. Stiamo costruendo franchise che diventeranno pilastri perenni delle performance finanziarie di Ubisoft.

La mancata pubblicazione di Watch Dogs ha inoltre forzato molti clienti a rivedere i propri acquisti. I più grandi retailer del settore, come GameStop e Amazon, hanno dovuto correggere i propri piani e invitare gli acquirenti dei bundle PS4 con il gioco a scegliere un nuovo titolo fra quelli disponibili al day one.

Vedremo se queste decisioni si riveleranno davvero vincenti a lungo termine, nel frattempo la delusione nei confronti di UbiSoft è palpabile. Cè ben poco da fare.

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>