Nintendo, il creatore di Metroid dice la sua sulla prossima console

di Gaetano Cutri Commenta


Il suo ingresso nel mondo delle macchine da gioco casalinghe, come ci è capitato di dire più volte, ha rappresentato una vera e propria sorpresa per quello che è il mondo dell’intrattenimento videoludico. Lontano anni luce da tutto quello che erano le console fino ad allora in commercio, la Nintendo ce l’ha messa tutta per mandare in visibilio milioni di appassionati in tutto il mondo sfruttando sistemi che prima non erano proprio presi in considerazione.

L’utilizzo del wiimote per giocare con i titoli disponibili sulla Wii insomma ha davvero rappresentato un salto di qualità per il mondo videoludico, quando le più potenti Playstation 3 ed Xbox 360 ancora sfruttavano un vecchio modello di struttura di gioco, logicamente dannatamente piacevole, ma comunque legato ai tempi che furono. Questo cambio di rotta a quanto pare non sarà l’unico imposto dalla grande N.


Seguito a ruota negli anni successivi da Playstation Move e da Kinect che verranno lanciati sul mercato a breve, rendendo possibile rivalutare sotto una nuova veste anche Playstation 3 e Xbox 360, il wiimote e di conseguenza la Wii, a quanto dice Yoshio Sakamoto, creatore di Metroid e quindi molto vicino alla compagnia che ha messo in commercio il gioiellino bianco, saranno nulla in confronto a quello che vedremo dalla prossima console Nintendo.

L’uomo dietro la nascita di Samus ha infatti rivelato al sito spagnolo 3DJuegos che la prossima console Nintendo lascerà tutti a bocca aperta, senza ovviamente rivelare nulla al riguardo delle idee che circolano già nell’azienda. Nessuna indicazione anche sulle tempistiche, ma da quel che si vocifera non accadrà nulla prima dei prossimi 3 anni, quando verrà ancora sfruttata a dovere la Wii, console pienamente sulla cresta dell’onda. La curiosità inizia comunque a salire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>