In Soul Calibur IV personaggi segreti dal mondo di Star Wars

di Gaetano Cutri 1

Uno dei picchiaduro più amati degli ultimi anni è sicuramente Soul Calibur. Se Tekken è il protagonista assoluto per chi ama sferrare pugni e calci senza l’ausilio di armi offensive, ma solo a suon di cazzotti, uppercut e calci volanti, gli amanti della serie di Soul Calibur si divertono invece a tagliuzzare l’avversario con spade, lance mazze chiodate e altri tipi di armi bianche più o meno note e soprattutto più o meno letali.

L’ultimo regalo che la serie di Soul Calibur ha fatto ai proprio ammiratori è stata la terza incarnazione uscita un paio di anni fa che portava la saga ad un livello ancora superiore con una grafica spettacolarmente bella e una giocabilità stratosferica, convincendo altre fette di giocatori ad impugnare katane e fruste per darsele di santa ragione nelle arene visivamente di grande impatto che il titolo offriva.


Ma l’ultimo Soul Calibur era anche dotato di un particolare che ha fatto la felicità dei giocatori, grazie appunto a questo “easter-egg” che i programmatori avevano nascosto all’interno del gioco. Si trattava della possibilità di poter selezionare come personaggi segreti, degli eroi di altri titoli di successo, ovvero l’elfo Link direttamente dalla saga di Zelda e disponibile per la versione Gamecube e l’oscuro Spawn, protagonista dell’omonimo fumetto americano per la versione Xbox.

Si ripresenta lo stesso regalino nel nuovissimo Soul Calibur IV che uscirà quest’estate per il pubblico inglese, infatti a seconda della versione che acquisteremo per la nostra console, avremo un personaggio segreto, stavolta preso in prestito dalla saga di Star Wars! Infatti se possediamo una Xbox 360 potremo selezionare Yoda, mentre se siamo i possessori di una Playstation 3, avremo la possibilità di guidare Darth Vader. Non si sa come saranno selezionabili questi lottatori ma lo scopriremo a breve.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>