The National Center for the History of Electronic Games, il museo del videogioco di NY

di Gaetano Cutri 1


Probabilmente non ci è mai capitato di metterci piede perché pensiamo che entrarci vorrebbe dire annoiarsi per una buona quantità di tempo assistendo a degli spettacoli che proprio non ci andrebbe di vedere. Non ci passerebbe nemmeno per la testa di entrare volontariamente in un noiosissimo museo passeggiando tra reperti storici senza dubbio di inestimabile valore, ma oggettivamente soltanto cocci di antichi vasi e pietre con anni di storia.

Ma facciamo male a rifiutare le tante possibilità che abbiamo di coltivare al meglio la nostra cultura anche osservando in alcune teche dei reperti di valore storico e formativo per la nostra società e per le civiltà antiche che ci è capitato di studiare a scuola, dovremmo con più costanza abituarci ad andare nei musei e conoscere così qualcosa in più del mondo. Se proprio non ve la sentite, scommettiamo che prima o poi cambierete idea.


Avete infatti mai pensato a quanto sarebbe interessante entrare in un museo e scoprire che questo è dedicato totalmente all’arte del videogioco, a quella valvola di sfogo che noi utilizziamo per abbattere lo stress e divertirci con gli amici, a quelle folgoranti partite che ci piace tanto fare con le nostre console preferite e scoprire com’era il primo vecchio capitolo di un gioco rivoluzionario tornato in auge sulle attuali macchine da gioco?

Beh, tenetevi forte perché, questo è diventato realtà. Infatti a New York è nato presso lo The National Center for the History of Electronic Games, l’unico museo dedicato allo studio e all’interpretazione del gioco. Ma l’idea che potrebbe nascere nel 2012 riguarda una mostra permanente tutta riguardante il mondo del videogioco e il modo in cui ha cambiato parte della società, da libri, a giochi storici, a pubblicazioni fino a giocattoli ed accessori. Speriamo apra davvero.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>