Giochi della memoria, Gekido, il picchiaduro tutto italiano

di Redazione Commenta

Per la rubrica giochi della memoria oggi abbiamo deciso di parlare di Gekido, picchiaduro a scorrimento uscito su PSOne nel 2000 (2001, in Europa). Ne parliamo perchè il gioco è stato sviluppato nel nostro paese, dal NAPS Team, gli autori (tra gli altri) del bellissimo Shadow Fighter, uno dei migliori picchiaduro per AMIGA, uscito nel lontano 1994.

Dicevamo, Gekido è un picchiaduro a scorrimento simile a Fighting Force, un tributo ai vari Final Fight e Streets Of Rage dei tempi che furono. In Gekido dobbiamo fare solo una cosa, picchiare tutto e tutti, senza pietà.

La storia è banale e scontata, solamente un pretesto per dare mazzate, il solito cattivone di turno ha rapito Angela, tocca ai suoi amici liberarla, per farlo sarà necessario eliminare la feccia della città. I personaggi selezionabili sono quattro: Travis, Michelle, Ushi e Tetsuo, mentre altri cinque (Kobuchi, Gorilla, Angela, Kintaro e Akujin) possono essere sbloccati nel corso dell’avventura. Il gameplay è quanto di più classico ci sia, dobbiamo aggirarci per i vari livelli picchiando tutti, a mani nude o con le armi, dai tube alle pistole, ogni oggetto dello scenario può diventare una arma letale.

Gekido è indubbiamente uno dei giochi più sottovalutati su PSOne, il titolo non ha ottenuto il successo sperato, forse uscito in ritardo (nel 2001 l’attenzione dei giocatori era tutta per la neonata PlayStation 2), peccato, perchè si tratta di un gioco di assoluta qualità, graficamente curato (i personaggi sono disegnati da Joe Madureira, disegnatore di moltissimi fumetti Marvel), addirittura la colonna sonora contiene un brano di Fatboy Slim, questo fa capire quanto il publisher abbia investito nel progetto.

Di Gekido esiste anche un sequel, Gekido Advance Kintaro’s Revenge, pubblicato nel 2002 su GBA, in questo caso ci troviamo di fronte ad un classico picchiaduro a scorrimento 2D. Un terzo episodio era stato annunciato per PSP, Gekido The Dark Angel, con uscita prevista per la fine del 2006. Il gioco non ha mai visto la luce e ad oggi non ci sono notizie sullo stato del progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>