Lego Batman, l’uomo pipistrello nel mondo Lego

di Redazione 1

Spread the love

I supereroi hanno da sempre un fascino irraggiungibile grazie ad una caratterizzazione favolosa e a serie di fumetti lunghe anni e anni che tengono incollati alle pagine milioni di appassionati che non possono fare a meno di coltivare questa passione anche con i cartoni animati relativi ed i film per il grande schermo, nonché per i videogiochi viste le numerose trasposizioni dei vari eroi in calzamaglia.

Uno dei più amati è senza dubbio l’uomo della notte, l’uomo pipistrello che risponde al nome di Batman che con l’aiuto del suo amico Robin difende le strade di Gotham City, ma cosa succede se l’universo dell’eroe tenebroso viene catapultato nel mondo dei Lego, i simpatici mattoncini famosi in tutto il mondo e che di recente hanno visto per protagonisti anche gli eroi di Star wars e Indiana Jones?


Semplice, nasce Lego Batman, il nuovo gioco in via di sviluppo che vede come protagonista il misterioso uomo pipistrello ed il suo fidato compare ancora a caccia dei nemici di sempre come Joker e Catwoman, ma in un ambiente completamente nuovo come quello dei Lego. Se in Star Wars i protagonisti potevano comunque contare sulla spada laser, in Batman si fa affidamento sul combattimento corpo a corpo, situazione che realizzare con i mattoncini non è affatto facile.

Si potrà giocare in due in cooperazione con un amico utilizzando sia Batman sia Robin e contare su tutta una serie di bat-gadget come il rampino o le mine, nonché su una serie di costumi alternativi che conferiranno poteri particolari ai due insuperabili eroi. Il gioco uscirà praticamente per ogni piattaforma esistente e il periodo previsto è il prossimo autunno, preparatevi a difendere Gotham City come non avete mai fatto negli altri Bat-giochi!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>