Bakugan: Battle Brawlers, dal cartone animato il gioco di carte per console

di Gaetano Cutri 2


Ricordate i cartoni animati di una volta? In special modo quelli provenienti dal paese el sol levhe fin dagli esordi ci hanno abituati ad assistere a battaglie tra robot mutaforma e dalle dimensioni colossali da cui dipendevano le sorti del nostro pianeta, ma anche a storie più delicate e rivolte ad un pubblico prevalentemente femminile in cui giovani eroine della vita di tutti i giorni ci raccontavano le loro storie tra primi amori e primi dolori.

Dalle strambe vicissitudini di un famoso ladro come Lupin fino alle trasformazioni più mirabolanti della guerriera che veste alla marinaretta come Sailor Moon, sono tante le vicende narrate nei cartoni animati di una volta e con cui siamo cresciuti, ma se diamo un’occhiata al panorama dell’animazione contemporanea ci accorgeremo che oltre a qualche raro caso ancora dignitoso, molti si sono convertiti al mero commercio e alla creazione di gadget.


Probabilmente dai Pokemon in poi si è avvertito il bisogno di sfruttare il marchio popolare di un cartone animato per lanciare poi giochi di carte, collezioni di card e di mostri da battaglia, il tutto per mungere più soldi agli appassionati di animazione che non possono esimersi dal recuperare tutto il materiale esistente su un dato prodotto. Non fa eccezione Bakugan, cartoon piuttosto recente che è stato trasmesso anche qui in Italia nel pomeriggio Mediaset.

Il cartone però farà presto nascere anche un videogames intitolato Bakugan: Battle Brawlers destinato a Playstation 2, Playstation 3, Xbox 360, Wii e Nintendo DS e si tratterà di un gioco di carte che ovviamente richiamerà in modo molto forte le avventure narrate nella serie tv utilizzando gli stessi simpatici personaggi costruendo battaglie a suon di carte e punteggi. Il gioco arriverà quest’autunno e siamo sicuri che farà felici molti di voi.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>