Zelda Skyward Sword, secondo Aonuma è un titolo adatto a qualunque giocatore

di Gaetano Cutri 6


E’ sicuramente stato uno dei titoli più attesi di questa stagione videoludica. Dopotutto il marchio è quello importante della Nintendo, la saga è di quelle che sono sempre state considerate tra le più interessanti ed entusiasmanti dal punto di vista planetario, rispettando quindi i gusti sia dei giocatori occidentali, abituati a generi ben più adrenalinici sia all’onnivoro pubblico orientale più di bocca buona. Immaginiamo abbiate capito di chi stiamo parlando.

Esattamente, dell’arrivo di Zelda Skyward Sword, un nuovo entusiasmante tuffo nelle terre di Hyrule guidando ancora una volta il prode Link pronto a portare a termine la nuova missione che lo vedrà protagonista. La Wii insomma mostra di avere ancora delle frecce al suo arco prima di lasciare il posto alla console che le succederà e questo è confermato anche dal produttore del gioco Eiji Aonuma che vanta l’ampio target di riferimento del nuovo Zelda.


Alcuni dei capitoli che ci hanno visto alle prese con l’avventura per portare in salvo la principessa Zelda potevano risultare un po’ ostiche per chi non adorasse fondamentalmente la saga o per i giocatori occasionali che difficilmente si sarebbero avvicinati maggiormente alle console con un titolo di questo tipo. Per quanto riguarda invece Zelda Skyward Sword e le mille sorprese che ci riserverà, questi problemi non ci saranno.

Grazie ad un esaustivo tutorial iniziale su come padroneggiare i controlli del nostro Link, qualunque giocatore potrà sentirsi padrone del gioco e pronto a divertirsi con Zelda Skyward Sword, che sia un estimatore di vecchia data della serie o un giovanissimo ragazzino di cinque anni abituato magari ad altri tipi di giochi. Questo rende ancora più appetibile il gioco che da qualche giorno troneggia sugli scaffali dei negozi: voi vi state già divertendo con il nuovo Zelda?

Commenti (6)

  1. Natale è vicino per fortuna.
    Comunque, avendolo provato a Lucca Comics, non posso dirne che bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>