Karaoke Revolution, agguantiamo il microfono per una nuova sfida musicale

di Gaetano Cutri Commenta


I giochi musicali disponibili per console hanno avuto un’evoluzione davvero emblematica se andiamo ad analizzare i loro movimenti fin dall’alba della nascita del primo titolo fino ad arrivare agli ultimi esponenti che hanno praticamente invaso il mercato grazie al successo interplanetario di un grandissimo esemplare che tutti noi conosciamo con il nome di Guitar Hero e che ha appassionato anche chi non aveva mai provato un rhythm game.

Un tempo il genere era totalmente focalizzato sul ballo e sulle sue varianti. Se una volta bisognava premere con un certo ritmo le frecce direzionali dei nostri controller per permettere al nostro danzatore virtuale di eseguire i movimenti in modo impeccabili a tempo con la musica, con i tappetini appositi, il gioco si è tramutato quasi in realtà, offrendo uno spessore in più ad un gioco musicale in realtà dallo stampo piuttosto passivo.


Poi è arrivata l’ondata di giochi che ci hanno quasi insegnato a suonare uno strumento come appunto il mitico Guitar Hero che grazie alla sua periferica ha catalizzato tutta la nostra attenzione. Ma durante questi cambiamenti si sono anche visti dei titoli, Singstar in primis, che ci hanno permesso di dimostrare quanto possiamo essere dotati vocalmente attraverso l’esecuzione di alcuni brani musicali, semplicemente cantando.

Il nuovo titolo della Konami, nominato strategicamente Karaoke Revolution, attraverso l’uso di una periferica a forma di microfono ci metterà alla prova con una serie di 50 ancora non precisate canzoni, dandoci anche la possibilità di sfidarci in multiplayer o organizzare veri e propri cori fino ad un massimo di 16 persone. Il gioco sarà disponibile a fine anno nelle versioni Playstation 3, Xbox 360 e Wii: aggiungerà qualcosa ai titoli canori già presenti sul mercato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>