Fragile, il survival horror Wii arriverà anche in Europa

di Gaetano Cutri Commenta


I giochi d’avventura da un po’ di tempo a questa parte si sono modificati e spesso snaturati, ampliando i propri orizzonti verso altre teniche di sviluppo per quanto riguarda effetti speciali, scelte di regia che spaziano da utilizzi di telecamere fisse a telecamere mobili come un qualsiasi giochi in tre dimensioni, ma soprattutto le avventure hanno subito forti cambiamenti per quanto riguarda lo stile della trama che sempre più spesso è orientata verso un filone particolare.

Se le tinte dell’avventura si spostano dal rosa del cartoonesco e dell’infantile per passare a quelle più oscure e tenebrose dell’horror e della tensione a tutti i costi allora non avremo più una classica avventura ma ci troveremo davanti quello che è stato etichettato col tempo come survival horror, una variante molto apprezzata che sta prendendo sempre più piede grazie a saghe di tutto rispetto campionesse di vendite in tutto il mondo.


Da quel Resident Evil in poi sono spuntati cloni di ogni tipo, dallo splatter all’onirico permettendoci di sfidare di volta in volta esseri materiali come zombie e vampiri per spaziare poi al paranormale con fantasmi e spettri di ogni tipo. Denso di mistero e di paura sarà anche Fragile, un gioco che è destinato alla console casalinga della Nintendo che è sempre stata ad appannaggio dei più piccoli ma che ogni tanto ci regala perle di questo tipo.

Ve l’abbiamo già presentato come uno dei più interessanti giochi del genere su Wii e infatti l’acquolina in bocca è arrivata copiosa all’annuncio dell’arrivo di questo titolo che sembrava destinato probabilmente solo al mercato americano come trasposizione occidentale, ma è giunta notizia direttamente dalla casa di sviluppo che il gioco vedrà la luce anche in Europa in una data ancora non definita, anche se non è assicurata la piena localizzazione in italiano. Attendiamo news.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>