Electronic Arts collabora con Steven Spielberg

di Gaetano Cutri 1

E’ spesso capitato che i videogiochi abbiano una forte connessione con chi lavora nel mondo del cinema. Non sono pochi ormai i film diventati videogioco approfittando della popolarità delle pellicole coi maggiori incassi, o viceversa sono molti i videogiochi dotati di una storia parecchio coinvolgente o dai personaggi carismatici ed interessanti che hanno dato vita ad una serie di film per il grande schermo non sempre dall’enorme successo.

Capita anche che alcuni attori famosi prestino la propria voce per il doppiaggio di alcuni personaggi dei giochi, ma un po’ più raramente si arriva ad una stretta collaborazione tra un grande nome del cinema e una casa di sviluppo di videogiochi. Proprio questo però, nonostante lo scetticismo di massa, sta accadendo alla Electronic Arts che sta collaborando con un nome altisonante come quello di Steven Spielberg.


Il papà di ET e di altri grandissimi classici che non è nemmeno il caso di nominare sta dando il suo contributo ad un gioco che uscirà prossimamente per Wii. Tutti voi starete pensando ad un’intensa avventura piena di pericoli, ad un protagonista interessante e deciso, ad una trama costellata da colpi di scena o che pesca a piene mani da elementi fantastici tanto cari al grande regista, ma vi sbagliate di grosso.

Infatti il gioco su cui si sta lavorando è intitolato Boom Blox e si tratta di una specie di puzzle-game in cui il nostro compito è, come nel gioco Jenga, togliere dei mattoncini da una sorta di costruzione, evitando di farla crollare. Da un genio del cinema ci saremmo aspettati qualcosa di più, ma di sicuro il gioco riserverà qualche sorpresa. Se non altro i protagonisti del gioco hanno un impatto grafico notevole e potrebbero diventare tranquillamente delle nuove mascotte della console Nintendo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>