Sonic Adventure, il porcospino blu arriva su Xbox Live

di Gaetano Cutri 5


E’ stato davvero fortunato quando il mondo dei platform l’ha felicemente ospitato in una struttura di gioco a due dimensioni, sua vera essenza, permettendogli praticamente di dare del filo da torcere a Mario, simbolo indiscusso di un certo tipo di intrattenimento videoludico. Sonic insomma è stato un vero ciclone all’epoca delle console a 16 bit, dando alla Sega l’opportunità col suo Mega Drive, di contrastare attivamente il massiccio Super Nintendo.

Chi può dimenticare le colline erbose dei primi livelli di gioco del primissimo Sonic, per poi proseguire tra lave vulcaniche e rovine di antiche città, tra casinò iper-illuminati ed ambientazioni stellari, per poi andare a conoscere, nel secondo capitolo delle sue avventure, la volpe Tails che da sempre è considerato come il miglior partner che il porcospino blu abbia mai avuto. Ma poi dopo alcuni capitoli arrivò la svolta in direzione 3D.


Dai fasti dei titoli in due dimensioni, il simpatico e velocissimo Sonic vide la sua popolarità un po’ appannata visto che, al contrario del rivale di sempre Mario, il 3D non era fatto apposta per le caratteristiche tipiche del suo personaggio, fondate sulla rapidità dei movimenti. Eppure di titoli che hanno beneficiato della terza dimensione, tutti dedicati al simbolo della Sega ce ne sono, e ben presto i possessori di una Xbox 360 ne conosceranno uno da vicino.

Se qualche tempo fa la notizia non era ancora certa, ora sappiamo che uno dei titoli di punta per il Dreamcast ovvero Sonic Adventure, potrà finalmente essere disponibile su Xbox Live già dal prossimo 15 settembre. Come dicevamo, Sonic non è mai stato particolarmente a suo agio con la terza dimensione, ma chi potrebbe mai rinunciare alla prova di un titolo che abbia ancora una volta come protagonista il porcospino blu più famoso del mondo videoludico?

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>