Perfect Dark velatamente annunciato su XBLA?

di Gaetano Cutri Commenta


Il tutto è nato da quel grande capolavoro che fu Goldeneye, non il film per il grande schermo del carismatico James Bond, l’uomo che non deve chiedere mai, la spia con la licenza di uccidere che più volte ha preso vita nei nostri cinema, bensì il relativo videogioco, uno sparatutto decisamente appetitoso che fece la fortuna di una delle console Nintendo forse meno fortunate messe in commercio, ovvero il Nintendo 64.

Dagli stessi realizzatori del fantastico Goldeneye, per la stessa console della grande N, vide la luce Perfect Dark, un gioco che poteva essere considerato come una sorta di seguito spirituale del grande gioco dedicato a 007 che aveva come protagonista l’affascinante quanto letale figura di Joanna Dark, una particolare figura femminile che potrebbe essere una sorta di antenata della prosperosa Lara Croft che abbiamo ben conosciuto grazie alla serie di Tomb Raider.


Il gioco ci metteva alla prova con una serie di pericolosissime missioni in un’ambientazione futuristica, ci trovavamo infatti nel 2023 dove due razze, tra cui una tipicamente aliena erano in contrasto tra loro in un clima di cospirazione che effettivamente ricordava un bel po’ la serie ben nota di James Bond, con associato però un bell’arsenale di armi prettamente futuristiche e chiaramente lo charme di un’avvenente protagonista femminile.

Qualche tempo fa era giunta voce che alcuni classici della Rare potessero fare la propria comparsa su Xbox 360 dopo il successo della saga di Banjo-Kazooie e a quanto pare Perfect Dark sarà uno dei primi a piombare sulla console Microsoft. La conferma rubata è stata data da un’icona che mostra proprio Joanna Dark sul sito ufficiale della Rare relativo alle prossime uscite su Xbox 360 mediante il servizio Xbox Live. Una grande notizia che speriamo venga confermata anche ufficialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>