Captain Blood, torniamo a solcare i mari

di Onitaku Commenta

C’era un tempo un mare solcato da tagliagole, ladri e fuorilegge in cerca di tesori e navi da abbordare. Alcuni di questi pirati sono diventati leggenda e uno di questi è senza dubbio Captain Blood. Il personaggio in questione è il protagonista di 3 libri di Rafael Sabatini e ora 1C e SeaWolf sono riusciti a portare queste fantastiche storie su console. Captain Blood verrà rilasciato per Xbox 360 e PC alla fine di quest’anno e noi non possiamo fare a meno di illuminarvi sulle ultime novità a riguardo.

Naturalmente impersoneremo Captain Blood e solcheremo i mari dei Caraibi ai tempi della colonizzazione. Il gioco consisterà in varie missioni sia a terra che in mare. Nella demo presentata Captain Blood è, con la sua ciurma, sulla terra ferma per rifornirsi di provviste. Inevitabilmente verremo attaccati e saremo costretti a difenderci sia sull’isola che in mare. Il nostro protagonista avrà la possibilità di compiere attacchi semplici o potenti con la sua spada e di impadronirsi delle armi dei nemici.Avremo a disposizione un’arsenale niente male che va dai moschetti alle prime granate. Avvicinandosi di più ad un nemico inoltre saremo in grado di compiere direttamente un’esecuzione in piena regola. Useremo i barili e ogni sorta di oggetto contundente scagliandoli contro gruppi di nemici e molto altro ancora. Più saremo bravi a sgominare bande di pirati più otteremo monete da spendere per aumentare le nostre skill, le tecniche e le armi.

Ma non vi preoccupate: non dovremo fare tutto da soli. La nostra ciurma ci aiuterà distraendo i nemici e mettendone fuori gioco più di un paio. Durante le battaglie navali però dovremo cavarcela da soli se ci sarà bisogno di distruggere determinati target e quindi saremo costretti a prendere il cannone e mirare con cura. In questo aspetto di gioco inoltre viene fuori anche un elemento di tattica che consiste nel calcolare la potenza del vento e il range dei cannoni per essere sicuri di fare centro. Durante un arrembaggio però le cose cambiano. Una volta agganciata una nave impersoneremo un membro dell’equipaggio che dovrà uccidere il capitano avversario. Dopo una lunga e sanguinosa battaglia, un quick-time event ci darà la possibilità di mettere fine a tutto e di prendere la nave.

Oramai sono 5 lunghi anni che questo titolo è stato annunciato e, ogni anno, scopriamo elementi sempre più innovativi e che ci fanno venire una voglia matta di solcare i mari. Speriamo che questa sia la volta buona dato che tutto promette bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>