Prima patch di Ghost Recon Wildlands, ecco tutti i miglioramenti

di Enrico Cantone 1

Come era lecito aspettarsi, praticamente in contemporanea col lancio di Ghost Recon Wildlands (avvenuto ieri 7 marzo) è arrivata subito la patch 1.02. E’ ormai una consuetudine quando si tratta di titoli così attesi dal grande pubblico che, nelle settimane precedenti alla release, mettono a disposizione degli utenti la open beta.

Ghost Recon: Wildlands

Open beta che, nel caso dell’ultimo capitolo della saga di Tom Clancy, ha battuto tutti i record di Ubisoft, con ben 6.8 milioni di giocatori che hanno provato il gioco e che hanno fornito i loro, preziosissimi feedback. La prima patch correttiva è quindi ricca di miglioramenti, praticamente indispensabile per giocare senza problemi tecnici e sfruttando tutto il potenziale di gioco di Ghost Recon Wildlands.

La versione per PC sembra la più “rivoluzionata”: i passi in avanti dal punto di vista della grafica e della fluidità sono evidenti, migliorati anche controlli e sistemi anti-cheat, senza considerare l’ottimizzazione avvenuta per le armi. Anche sul lato console si registrano numerose differenze rispetto alla open beta di cui sopra: risolti i problemi di sincronizzazione online, ottimizzati anche in questo caso veicoli e armi, mentre hanno ricevuto un corposo aggiornamento Lobby, TacMap e tutta la struttura del Cartello. Dovrebbero inoltre essere scomparsi i problemi relativi ai blocchi improvvisi riscontrati durante il periodo di open beta. Voi avete già acquistato il gioco? Quali sono le vostre impressioni?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>