Come riparare dischi graffiati per PC, Xbox 360 e PS3

di Davide Leoni 1

Capita a tutti di avere dischi e Blu-Ray graffiati, ce ne accorgiamo perchè la lettura del gioco da parte della console diventa più lenta, il gioco si blocca spesso oppure va a scatti. Se il supporto non è graffiato in profondità (ovvero se non ci sono solchi e spaccature evidenti) possiamo provare a recuperare il disco usando il fai da te.

Prima di illustrarvi i piccoli metodi da usare per provare a recuperare un disco graffiato ci tengo a dire che i consigli elencati di seguito sono puramente indicativi e non sempre funzionano, la percentuale di successo aumenta se il disco non è eccessivamente graffiato ma in alcuni casi recuperare il DVD potrebbe essere impossibile. Noi non ci assumiamo alcuna responsabilità in caso di danni o guasti al supporto o alle apparecchiature, quindi seguite i consigli a vostro rischio e pericolo.

Il metodo più collaudato per riparare i graffi di un CD, DVD o Blu-Ray è quello di usare il dentifricio, so che la cosa vi farà ridere, ma in effetti questo metodo funziona. Prendete del dentifricio a pasta bianca senza granuli e non troppo abrasivo e spalmatene una piccola quantità sulla zona graffiata, aspettate cinque minuti e rimuovete il tutto con un batuffolo di cotone o un pezzetto di carta leggermente inumidito con acqua tiepida, poi lasciate asciugare per circa 60 minuti, non usate il phon per capelli perchè rischiate solamente di fare un danno.

Se il dentifricio non ha funzionato potete usare lo shampoo antiforfora oppure un pezzettino di banana o ancora la cera per rimuovere i graffi dalle auto e lucidare la carrozzeria. La tecnica è sempre la stessa, coprire i graffi, rimuovere il prodotto e lasciare asciugare all’aria aperta per almeno 60 minuti. L’importante è non usare prodotti aggressivi come il solvente per unghie, molti usano proprio l’acetone per riparare i graffi, peccato che la sostanza a contatto con la lente laser del lettore rischia di mandare in cortocircuito la console.

Ripeto quanto detto in apertura, questi metodi non funzionano su tutti i dischi, se la superfice è estremamente graffiata o ci sono solchi sul disco probabilmente la situazione è ormai compromessa. Ma per piccoli graffi potete comunque provare, nella maggior parte dei casi il lettore riuscirà a leggere il supporto senza problema. Se conoscete altri trucchetti o metodi utili per riparare CD, DVD e Blu-Ray scriveteli nello spazio dedicato ai commenti, aspettiamo i vostri pareri, fateci sapere se queste soluzioni hanno funzionato.

Commenti (1)

  1. Se ci fosse un rapporto più umano fra le major e gli utenti queste potrebbero fornire nella scatola una copia aggiuntiva del dvd o bluray proprio nell’evenienza dell’usura del disco principale.

    Trovarsi costretti a pasticciare con il dentifricio su un disco pagato 60 euro che non funziona più a causa del fisiologico logoramento non è proprio la situazione ottimale.

    D’altronde già con i cd audio si può ovviare al problema. Esempio: io sull’autoradio, con la polvere, il sole, gli urti e tutto quello che comporta l’utilizzo dell’auto, non porto certo un cd originale magari da collezione, ma un cd-r di backup, che butto semplicemente via e sostituisco quando questo si logora troppo.

    Dovrebbe essere così sempre penso, anche nell’ambito del videogioco, visto che comunque pure nei casi di installazione non si può far a meno del disco principale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>