Via Lara Croft, da oggi è realtà

di Gaetano Cutri 1


Può un personaggio dei videogiochi diventare così famoso da prendere il volo e trasformarsi in un’icona di stile e di costume, abbandonando il pubblico tutto sommato di nicchia degli appassionati di videogames e di console e prendere spazio in tutto il mondo? E’ in realtà successo più volte nel corso dell’era videoludica, dal celebre Mario, icona incontrastata della Nintendo fino al buffo Pacman con cui viene spesso identificato proprio il mondo dei videogiochi.

Eppure un personaggio ben più recente ha calamitato l’attenzione di tutti, ma specialmente del pubblico maschile per degli ovvi motivi, tanto da trasformarsi in un’icona sexy anche se dotata di curve sinuose ma puramente irreali e virtuali. Si tratta di Lara Croft, la conturbante protagonista della nutrita saga di Tomb Raider, nata quasi una decina d’anni fa sulla prima generazione di console Playstation e diventata un vero e proprio fenomeno di culto.


Il sex-appeal della protagonista le ha permesso di avere una serie di varianti in carne ed ossa particolarmente appetitose agli occhi dei maschietti, nonché un volto cinematografico che ha lanciato ancora di più una stella come Angelina Jolie, ma non è tutto. Infatti, se ben ricorderete, nella cittadina inglese di Derby, era nata la possibilità addirittura di intitolare il nome di una strada all’affascinante archeologa che ha turbato le notti di molti di noi.

Infatti la Core Design che ha creato Tomb Raider, nacque proprio nella cittadina di Derby e dopo un voto popolare a cui hanno preso parte oltre 27.000 persone, praticamente un plebiscito ha voluto che il pezzo di strada che conduce da Osmaston Road a Burton Road venisse proprio chiamato Lara Croft Way. Ben l’89% dei votanti ha optato per questa soluzione, percentuale tanto alta da non poter lasciare indifferenti i responsabili locali. Chissà che effetto farebbe abitare in Via Lara Croft?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>