Dofus, un video mostra la classe dei ladrurbi

di Gaetano Cutri 1

Abbiamo più volte parlato di Dofus, uno degli esperimenti più riusciti ed originali per quanto riguarda l’ormai affollato settore dei giochi di ruolo di massa, quei tanto osannati titoli in cui ci si diverte non più da soli, ma in compagnia di molte persone sconosciute, comodamente sedute alla propria postazione PC, intente a catapultarsi in un mondo fatato e magico, esattamente come quello offerto dalla punta di diamante della Ankama Games.

Molte sono le caratteristiche interessanti del gioco, tra cui le similitudini con un vero e proprio cartone animato, tanto da non sembrare quasi un classico MMORPG, oppure la vastità di classi disponibili, elemento che riesce a rendere varia ed interessante ogni sessione di gioco, divertente il giocatore con una quantità di personaggi decisamente buona per un titolo del genere. Ma come vi abbiamo detto, una nuova razza è stata resa disponibile.


Dal 15 dicembre infatti è arrivata alle porte dei giocatori di Dofus, bussando a più non posso, la classe dei ladrurbi, una nuova ed entusiasmante classe di personaggi che di certo renderà più esplosiva la dinamica del gioco di ruolo Ankama. I ladrurbi infatti utilizzano come arma principale delle cariche esplosive, che possono far saltare alla prima occasione o che possono accumulare per attendere così una fragorosa deflagrazione creando danni più ingenti.

Ma se non avete ancora la possibilità di accedere a Dofus e volete comunque dare un’occhiata a quello che sono in grado di fare i ladrurbi, classe disponibile, come al solito, sia per gli individui femminili che per quelli maschili, non vi resta che dare un’occhiata al simpatico trailer di presentazione che ci mostra direttamente delle rapide azioni di gioco in cui le bombe saranno le vere protagoniste. Per gustarvi il filmato, ciccate sul video che trovate qui sotto.

Commenti (1)

  1. Premettendo che non ancora l’ho usata come classe…..

    Mi sembra somiglino tanto agli Etram, qualcuno ha usato entrambe le classi e saprebbe dirci se ci sono reali differenze?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>