Pro Evolution Soccer 2013, Konami va finalmente a rete

di Giovanni Ferlazzo 3

Pro Evolution Soccer ha attraversato una parabola tutt’altro che positiva in questa generazione di console. Dopo aver dominato l’epoca PlayStation 2, la rinascita di FIFA ha costretto il titolo calcistico Konami a un ruolo di secondo piano, soppiantato dall’evidente superiorità tecnica del rivale. Dopo i buoni spunti visti con PES 2012, finalmente con PES 2013 la serie è tornata a splendere come un tempo. Superiore a FIFA 13? Non ancora, ma la strada è quella giusta.

Grafica e sonoro

Dal punto di vista tecnico il gioco si conferma performante e di alto livello già come accade da diverse edizioni. In particolare, a sorprendere in positivo è la incredibile accuratezza nella riproduzione dei volti dei calciatori più famosi, quasi una “stampa digitale” delle controparti reali. A tutto questo si aggiunge un manto erboso realistico, una quantità poligonale per stadi e stessi atleti importante e un impianto di illuminazione soddisfacente supportato da effetti che rendono l’immagine pulita, bella da vedere e realistica. Anche le animazioni sono notevolmente migliorate, seppur non raggiungano ancora i livelli di FIFA 13.

Parare in chiaroscuro invece per quanto riguarda la componente audio. La telecronaca affidata al duo Pardo-Marchegiani convince, fatta eccezione per qualche commento un po’ artificiale da parte dell’ex portiere, ma è tutto il resto che è ancora rimasto clamorosamente ancorato all’epoca PlayStation 2. Occorre rifare davvero tutto da zero da questo punto di vista, speriamo che con PES 2014 Konami si decida, approfittando del nuovo motore grafico, a fare qualcosa in tal senso.

Giocabilità e Longevità

La vera prova del nove era però ovviamente il campo, e dopo le ottime impressioni ricevute dalle due demo possiamo sentirci di confermarle anche per la versione completa. Pro Evolution Soccer 2013 è finalmente un piacere da giocare. Si ha l’impressione di poter controllare a proprio piacimento la sfera, anche grazie all’introduzione del controllo manuale che dà modo all’utente, tramite la pressione di un grilletto, di dirigere il tiro o il passaggio nella zona che si preferisce. L’azione di gioco si costruisce in maniera più fluida e realistica rispetto al passato, e anche l’intelligenza artificiale di compagni e avversari è ben sviluppata pure se di tanto in tanto cade in qualche errore purtroppo irrisolto che lo costringe ancora una volta a stare dietro il rivale FIFA.

Senza contare che saltuariamente si riscontrano difetti in situazioni di palle alte in cui i contrasti vanno per la maggiore, e da questo punto di vista Pro Evolution Soccer non è ancora riuscito a colmare il gap con la concorrenza. A parte questo, il gioco funziona, diverte, coinvolge e non annoia più come alla lunga poteva capitare con PES 2012. Il nuovo capitolo della serie riesce finalmente a essere realistico, ma non per questo non si lascia scappare qualche concessione all’immediatezza, per non rendere frustrante il primo impatto con il titolo, sebbene vada specificato come sarà necessaria qualche partita prima di prendere confidenza con il nuovo sistema, anche perché il pallone non sarà (per fortuna) più artificialmente attaccato ai piedi di chi lo controlla.

La longevità del gioco è garantita non solo dalla presenza della classica Master League, ormai affiancata dalla semprepresente Diventa un Mito, ma anche da un comparto online ricco di possibilità seppur ci abbia dato qualche problema durante la prova. Bandiera nera per le licenze: va bene, abbiamo tutte le competizioni ufficiali, ma mancano diverse squadre e i trasferimenti sono aggiornati al 31 luglio.

Commento finale

Pro Evolution Soccer 2013 è finalmente un gioco di calcio ben fatto, longevo, coinvolgente e sicuramente molto divertente specialmente in compagnia. Si tratta in assoluto del miglior capitolo della serie uscito in questa generazione e di un degno rivale per FIFA 13. La sfida si rinnoverà il prossimo anno e forse il vincitore non sarà affatto scontato.

Voto 8,5/10

Commenti (3)

  1. I would like to show appreciation to you just for balinig me out of this type of instance. Right after searching throughout the world-wide-web and coming across things that were not powerful, I figured my entire life was gone. Existing minus the answers to the difficulties you’ve fixed by means of the guideline is a critical case, and the ones that might have in a wrong way affected my career if I had not come across your blog post. Your actual ability and kindness in playing with all the things was priceless. I am not sure what I would have done if I had not encountered such a point like this. I am able to at this point look forward to my future. Thanks very much for this skilled and effective help. I won’t think twice to recommend your blog to any person who needs to have guide about this topic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>