Wii nera, arrivata anche in America

di Gaetano Cutri 1


In un contesto videoludico in cui regnano ormai da un paio di generazioni, macchine da gioco incontrastate come Playstation ed Xbox e le rispettive evoluzioni che sono state lanciate sul mercato, forse è stato un po’ un rischio immettere in commercio una console particolare come la Wii, una scommessa che invece una compagnia importante, da anni leader nel settore come la Nintendo, può dire di avere clamorosamente vinto.

Il rivoluzionario sistema di controllo che sta pian piano facendo modificare anche il modo di intendere l’approccio utilizzato dalle altre console della Sony e della Microsoft, è segno che una macchina graziosa come la Wii ha davvero lasciato un forte segno, tanto che in molti salotti casalinghi spunta fuori la magica scatoletta bianca che forse stona un po’ con alcuni tipi di arredamento, al contrario del design delle dirette rivali.


Sarà anche per un gusto semplicemente estetico per armonizzare la presenza della stessa console all’interno di una stanza, che la Nintendo ha pensato di lanciare una versione più elegante del suo ultimo gioiellino casalingo, in special modo in Giappone, completamente nera, abbinando ovviamente, di conseguenza, anche tutti i sistemi di controllo che la stessa macchina da gioco usa, quindi wiimote e nunchuck che i possessori ben conoscono.

Ad annunciare il suo arrivo è stata direttamente una delle catene di negozi di videogiochi più famosa al mondo come Gamestop : da ora anche il nuovo continente avrà finalmente una versione del genere della Wii. Da un paio di giorni, al prezzo di 199 dollari, una fiammante Wii nera è stata messa in vendita in America con i classici wiimote e nunchuck abbinati dello stesso colore e in più anche una copia di Wii Sports e di Wii Sports Resort. Cosa vorranno di più gli americani?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>