David Reeves, dalla Sony alla Capcom

di Gaetano Cutri Commenta


E’ innegabile ammettere come le maggiori compagnie di sviuppo presenti al mondo siano strettamente ubicate in alcuni luoghi di grande prestigio in cui si concentra la parte maggiore delle realtà creative di questo particolare settore, andando quindi ad insignire alcune particolari zone dell’America e, facendo un salto all’altro capo del mondo, del Giappone, come paradisi videoludici in cui trovano la luce infinite realtà gradite agli appassionati di tutto il pianeta.

Però non bisogna dimenticare anche le piccole realtà che sorgono in altre zone del mondo, ad esempio in Europa dove ferventi studi, magari più piccoli dei grandi colossi mondiali, trovano modo di lanciare sul mercato delle piccole perle che spesso in quanto a divertimento offerto, non hanno nulla da invidiare ai grandi capolavori che ben conosciamo. Ma anche le grandi compagnie hanno delle “filiali” poste altrove rispetto alla sede stabile.


Uno dei personaggi che ben conosce questo tipo di situazioni è David Reeves, un uomo che rivestiva fino a poco tempo fa il ruolo di leader della divisione europea della Sony ma che a quanto pare ha deciso di cambiare bandiera e cambiare luogo di lavoro abbandonando la mamma delle console Playstation e collaborando con un altro colosso dell’industria videoludica che gli appassionati di picchiaduro e di survival horror ben conoscono.

Si tratta della Capcom, per la quale David Reeves andrà a coprire il ruolo di chief executive officer, assumendo quindi il controllo della divisione europea della compagnia. Speriamo che questo cambio di rotta porti dei forti benefici dalle nostre parti, con nuove creazioni nate proprio nel vecchio continente e magari conversioni più rapide per noi poveri giocatori occidentali sempre vittime dei continui ritardi che purtroppo sopportiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>