Crystal Dynamics, 25 licenziati nella sede di San Francisco

di Gaetano Cutri Commenta


C’era una volta una gentile donzella che si presentava in modo totalmente differente dalle classiche protagoniste femminili che da anni avevano ormai invaso i vari giochi distribuiti per ogni console disponibile sul mercato, infatti non era affatto la classica principessa dall’ingombrante abito e dai lunghi capelli biondi e occhi azzurri pronta a farsi rapire dal mostro di turno per farsi salvare poi dall’eroe senza macchia e senza paura più o meno improvvisato.

Anzi, la dolce principessa aveva lasciato il posto ad un’avventuriera super-sexy che ha depredato ogni giocatore di sesso maschile della facoltà di intendere e di volere soltanto facendo ammirare il proprio vistoso davanzale e l’arsenale fornitissimo di armi che poteva utilizzare nel suo cammino, avventurandosi in caverne anguste e poche luminose come in templi in rovina abitati ancora da creature che si credevano ormai dimenticate.


Questo ed altro insieme a Lara Croft, la beniamina dei videogiocatori di tutto il mondo e di tutte le età che ormai ci accompagna da qualche anno sulle console di varia generazione con una lista di giochi che se dapprima erano dei veri e propri best-seller, scalzano dalle classifiche di vendita i soliti noti dai primi posti, poi hanno fatto qualche buco nell’acqua a causa di una struttura troppo ripetitiva e dalla mancata freschezza rinnovata della protagonista.

Fu con Tomb Raider Underworld che però la saga riprese ritmo grazie ad una compagnia nota come Crystal Dynamics. Nonostante il grande sforzo fatto per riportare in auge una serie importante come quella di Tomb Raider, la compagnia di software ha reso noto quello che si temeva, ovvero il licenziamento di ben 25 persone dagli uffici di San Francisco a causa di assenza di risorse. Speriamo che la ditta riesca a risalire la china con nuovi intriganti titoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>