Zombie Lane, i non morti invadono Facebook

di Gaetano Cutri Commenta


Se noi vi diciamo zombie voi immediatamente a cosa pensate? Sappiamo bene che la vostra testa si sta dirigendo immediatamente verso il principe assoluto dei survival horror, quella saga che è nata nell’ormai lontana nel tempo collezione di titoli disponibili sulla prima generazione di console Playstation e che man mano ha avuto così tanta linfa vitale da produrre nuovi episodi a cadenze più o meno regolari per la gioia dei numerosi fans sparsi nel mondo.

Stiamo chiaramente parlando di Resident Evil ancora una volta, la gallina dalle uova d’oro della Capcom che, non contenta di avere nel pollaio anche Street Fighter che presto arriverà in contrapposizione con Tekken in un gustoso nuovo esperimento pescato nel calderone dei picchiaduro, continua a divertire tutti con le atmosfere cupe e i brividi elargiti dal survival horror. Ma siamo sicuri che su Facebook non ci sia niente che possa somigliargli?


In realtà con Resident Evil, in comune c’è soltanto l’orda di non morti che infesta una cittadina un tempo pacifico, ma quello che presenta Zombie Lane, una nuova applicazione che farà la gioia di molti, è in realtà più un’avventura che un survival horror, condita più che altro da una buona vena ironica, in contrapposizione con la natura invece più seria e pericolosa del grande capolavoro della Capcom. Nonostante questo, che non è un difetto del gioco, Zombie Lane diverte molto.

Nei panni di un personaggio altamente personalizzabile, avremo il compito di soddisfare delle missioni come eliminare degli zombie utilizzando varie armi, da pale a veri e propri fucili, nonché di ritrovare oggetti come il walkie talkie del poliziotto del paese. Zombie Lane vi entusiasmerà non poco e collezionando stelline o mattoni potrete ottenere oggetti extra che potranno esservi utili nelle missioni più avanzate: attenti ai non morti e buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>