Save the Ants, salviamo le formiche suicide su Facebook

di Gaetano Cutri 1


Purtroppo ormai i tempi in cui la bella stagione ci faceva sorridere uscendo fuori casa con quel tepore che ci irradiava il viso e ci faceva naturalmente sbocciare un sorriso sono terminati, ed il vento ormai da mesi un po’ più freddo continua a seccarci la pelle col protrarsi del rigido inverno, abbiamo necessariamente dovuto salutare quelle piacevoli gite al mare con tanto di bagno ristoratore, ma così anche per quei gustosi pic-nic sui prati e nei boschi.

Con il nostro bel cestino ripieno di leccornie, ci sarà di certo capitato di recuperare un nutrito gruppetto di amici per mangiare tutti insieme all’ombra di alberi secolari in un delizioso ambiente sano e naturale, vincendo quindi il caldo della tarda primavera e dell’estate e soddisfacendo la fame inevitabile dell’ora di pranzo. L’unica nota negativa saranno di certo state le inevitabili formiche, quegli esserini che ci tenevano tanto ad assaggiare quello che avevamo nei nostri piatti.


Tramezzini da buttare e dolci da salvare all’ultimo minuto saranno stati all’ordine del giorno a causa di colonie intere di affamate piccole lavoratrici. Pensate che invece proprio questi piccoli insetti saranno i protagonisti assoluti di una nuova applicazione di Facebook che ci metterà addirittura nei panni di chi dovrà salvarle da una morte sicura. Il gioco in questione si chiama Save the Ants, tradotto letteralmente come Salva le formiche.

Un gruppo impazzito di formiche invaderà l’area di gioco ed il nostro compito sarà di cliccarle tutte prima che una di loro vada a raggiungere una specie di steccato infuocato e passi a miglior vita. Il tutto è più semplice da spiegare che da provare visto che la velocità dei piccoli insetti è davvero frenetica e sarà dura far durare la partita più di una manciata di secondi! Se però volete provarlo non vi resta che cliccare su Save the Ants.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>