Giochi della memoria, Normy’s Beach Babe-O-Rama

di Gaetano Cutri Commenta


Nei periodi estivi cosa vogliamo di meglio rispetto ad una bella spiaggia assolata e al rumore piacevolissimo e rilassante delle onde che si infrangono sulla battigia? Tanta bella sabbia calda pronta ad ospitare il nostro asciugamani, una lozione solare per proteggerci dai raggi che picchiano forte e tanto sano relax che è pronto a farci compagnia. Se poi la spiaggia è anche un belvedere di donzelle in costume allora davvero non potremmo chiedere di meglio.

E’ estattamente questo lo scenario che voleva gustarsi Normy, il protagonista di un vecchio gioco giunto sul Sega Mega Drive, la formidabile console a 16 bit della Sega. Il protagonista del gioco non chiedeva niente di meglio che spalmarsi la sua crema protettiva per il sole e ammirare tutte le belle ragazze che popolavano la spiaggia, ma qualcosa andò storto e il suo programmino rilassante purtroppo andò in fumo trasformandosi in qualcosa di ben più faticoso.


Infatti uno strano oggetto volante non meglio identificato, crea un grande scompiglio sulla spiaggia assolata portandosi via tutte le belle pupe intente a prendere il sole insieme a Normy, catapultandole in giro per lo spazio e per il tempo. Ovviamente chi avrà mai il compito di riportare il tutto alla normalità, ma soprattutto di salvare il branco di indifese bagnanti sparse in giro per lo spazio-tempo? Ovviamente a noi poveri giocatori nei panni del buffo Normy.

Normy’s Beach Babe-O-Rama è il titolo completo di questo gioco uscito ormai più di 15 anni fa che non si rivelò altro che un platform piuttosto banalotto che, con il pretesto della distorsione spazio-temporale, aggiungeva un po’ di varietà ai vari livelli di gioco facendoci passare dall’era preistorica fino all’Inghilterra medievale popolata da draghi e cavalieri. Un’idea anche interessante ma associata ad uno stile di gioco che sapeva troppo di già visto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>