EA: gli appassionati hanno dei problemi con Origin

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Origin, il sistema per la distribuzione digitale di giochi PC nato per rivaleggiare con Steam, non è certamente tra i preferiti tra gli appassionati che hanno spesso criticato la creazione di Electronic Arts. Anche il responsabile del progetto David DeMartini lo ha ammesso nel corso di un’intervista, promettendo che grossi miglioramenti saranno fatti in futuro.

Durante la chiacchierata con il portale britannico MCV, DeMartini ha dichiarato:

La gente dimentica che quando Steam venne lanciato la prima volta vi fu una serie di reazioni negative da parte degli appassionati. Origin rappresenta un cambiamento, e ogni volta EA fa in modo che sia qualcosa di significativo nell’industria, generando una certa quantità di reazioni.

Il mese scorso, lo stesso DeMartini si definì soddisfatto del successo di Origin che raggiunse quota 12 milioni di download. Electronic Arts ha più volte ammesso che l’intento è quello di battere Steam, ma ad oggi il confronto è sinceramente impietoso per la creature canadese.

Quello creato da Valve è un universo generato con calma nel corso degli anni. Vero, ai primi tempi era odiato praticamente tutti, a causa delle sue restrizioni, dei suoi svariati problemi, di aspetti che all’epoca erano definiti anacronistici o senza senso. Steam sembrava la morte del gaming PC.

Oggi invece è il simbolo della sua rinascita. Un sistema di distribuzione digitale chiaro, immediato, efficiente e ben protetto, un catalogo ricco di giochi nuovi e vecchi che vengono costantemente offerti a prezzi straordinari specialmente durante gli sconti stagionali, come sta accadendo in questo periodo con i Summer Sale, un servizio completo di tutto, per soddisfare qualsiasi esigenza da parte degli appassionati. Insomma, è grazie a Steam se oggi su PC si compra più in digitale che in classico formato fisico, anticipando quello che secondo molti sarà il futuro delle console. Origin deve fare di più, per il bene del mercato e dei videogiocatori.

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>