Pacman, trent’anni e tante novità dalla Namco

di Gaetano Cutri 2


Ci sono molti personaggi che più o meno sono riconducibile all’identità generale del mondo del videogiochi, alcuni grandissimi eroi che sono riusciti a rappresentare in modo univoco l’intrattenimento videoludico, non soltanto al pubblico che prima era di nicchia ed ormai si estende invece a macchia d’olio con il grande interesse intorno al mercato dei videogiochi, ma facendosi riconoscere anche da chi non è avvezzo ai controller e alle console.

Sicuramente tra questi c’è Mario, il simpatico idraulico della Nintendo che proprio non può fare a meno di sorprenderci ogni volta con una valanga di novità, da mille giochi che non sono immediatamente riconducibile alle sue prime apparizioni, quindi platform o forme più evolute di avventure in 3D, ma sicuramente ci sono altri personaggi che hanno reso noto il mercato videoludico ed ancora oggi rappresentano dei marchi indelebili.


Grande prestigio ha per esempio Lara Croft, maggiormente in realtà per il suo aspetto fisico che non lascia indifferente assolutamente nessuno che per la bontà dei titoli appartenenti alla saga che l’ha vista spuntare sulle console, ma guardando molto più indietro, ci renderemo conto come un buffo puntino giallo riuscì a calamitare l’attenzione di tutti con un giochino divertente ancora oggi per la godibilità del suo immediato meccanismo.

Il suo nome è Pacman, un vero punto di riferimento per tutti che quest’anno festeggia i suoi trent’anni di presenza sul mercato e a quanto pare, per celebrare al meglio la sua figura, la Namco mostrerà al prossimo E3 lo sviluppo del franchise legato al notissimo personaggio. Nulla c’è ancora di certo su ciò che ci aspetterà oltre ad un omaggio al passato con Pacman Battle Royale. Aspettiamo fiduciosi novità riguardo un simbolo incontrastato del mondo dei videogames.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>