Vendite Playstation Vita, il boss tedesco di Sony fa mea culpa

di Gaetano Cutri Commenta


Doveva rappresentare una svolta nel settore delle console portatili nonostante ci fosse già sul mercato un esponente di spicco della categoria come il Nintendo 3DS. Ma purtroppo a quanto pare Playstation Vita non ha soddisfatto le aspettative: ad ammetterlo è il boss tedesco della Sony.

Soltanto un paio di giorni fa vi abbiamo annunciato come Playstation Vita sarà aiutato in futuro per aumentare le sue vendite, ovvero con dei probabili tagli di prezzo che però non arriveranno prima del 2013 inoltrato, contando quindi sulla possibilità di diventare uno dei regali di Natale più graditi dagli appassionati di videogames, nonché la promozione di gustosissimi bundle con alcuni dei titoli più in vista come ad esempio Call of Duty per gli amanti degli sparatutto o LittleBigPlanet calando la carta di Sackboy per far leva sul pubblico più vasto.


Playstation Vita insomma, anche se non è magari da considerarsi un flop, non ha raggiunto quella soglia di vendite che la Sony si aspettava. A confermare questo dato è stato Uwe Bassendowski, il capo della divisione tedesca della grande S che ha sottolineato, in modo molto sportivo, alcuni errori che la sua compagnia avrebbe fatto per non aver centrato il bersagli con la nuova console portatile. Il maggior cruccio del boss tedesco è quello di non aver mirato in modo giusto al pubblico più giovane, effettivamente maggior acquirente di videogiochi a livello mondiale.

Una moltitudine di titoli interessanti per i meno maturi insomma avrebbe probabilmente permesso di aumentare il numero di pezzi venduti, pur snaturando la linea base che ha voluto Playstation Vita come una delle console portatili più “adulte” lanciate sul mercato. Il potente gioiellino da passeggio della Sony, dal momento del lancio, può contare soltanto su 2,2 milioni di esemplari venduti, segnando quindi un traguardo piuttosto risicato, ma chissà che con nuovi mezzi pubblicitari e promozionali non si possa ovviare a questa partenza col freno a mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>