Prinny 2, i pinguini di Disgaea tornano su PSP

di Gaetano Cutri Commenta


Come abbiamo già detto alcune volte, il mercato televisivo molto spesso si concentra sulla creazione di simpatiche e appassionanti serie tv che rappresentano una valida alternativa ai classici film trasmessi dopo un paio d’anni dal transito nelle sale cinematografiche oppure ai soliti programmi che finiscono per non offrire più nulla di nuovo se non le stesse idee trite e ritrite per tenere incollati gli spettatori alla tv soprendendoli come meglio si può.

Le serie tv di maggior successo che ci raccontano le storie di ineffabili casalinghe disperate alle prese con la propria vita privata e lavorativa, medici antipatici che non si affezionano ai propri pazienti ma risolvono i casi più complessi con dei mirabolanti colpi genio e investigatori che analizzano ogni angolo di una scena del crimine per trovare il colpevole di un omicidio, molto spesso rappresentano il calcio d’inizio per il lancio di spin off di grande successo.


Telefilm nati da una costola della serie madre che contengono alcuni personaggi secondari magari trasferiti da una città all’altra per un qualsiasi motivo e che spesso intrecciano ancora la narrazione con il serial originale, obbligando quindi anche i fan del primo telefilm a seguire le nuove avventure. Più o meno lo stesso succede anche nel mondo dei videogiochi visto che alcuni personaggi di fondo rappresentano i protagonisti di graditi spin off.

C’è il grande esempio dei Rabbids, i pazzi conigli nati in uno degli ultimi capitoli della saga di Rayman, personaggi che hanno letteralmente conquistatoli pubblico videoludico tanto da avere l’opportunità di presentare un gioco tutto loro. Lo stesso è accaduto con i Prinny, i simpatici pinguini nati nel gioco di ruolo intitolato Disgaea che sono stati protagonisti di un gioco per PSP. Se siete loro fans, sarete felici di sapere che arriverà molto presto Prinny 2 per la stessa console.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>