Touch My Katamari, la follia della saga invade Playstation Vita

di Gaetano Cutri 1


Il Giappone è la terra dei contrasti e della follia. Non c’è da stupirsi se nello stesso paese c’è il quartiere più urbanizzato, metropolitano e fiero dell’avanzamento tecnologico connesso ad una serie di luoghi tranquilli e pacifici dove risiedono templi dal fascino antico ed esoterico in cui immergere la propria mente per la ricerca della serenità. In Giappone non c’è da sconvolgersi se anche in un contesto videoludico viene presentato qualcosa di assolutamente anomalo.

Molti di questi giochi purtroppo da noi non vedono mai la luce, considerando il classico giocatore occidentale attento solamente ad una certa fetta di mercato, tagliando fuori un buon numero di appassionati da tutti questi giochi shock che nella terra del sol levante invece fioriscono. Fatto sta che qualcuno giunge comunque fino a noi: è stato il caso degli episodi che hanno composto la saga di Katamari Damacy, un progetto dannatamente divertente quanto assurdo che presto farà di nuovo capolino.


Nei panni di un principe stellare, il nostro compito è sempre stato quello di ricostruire il firmamento partendo da una piccola sfera e vagare per le varie ambientazioni di gioco agglomerando alla pallina di cui sopra tutti gli oggetti presenti, dai più piccoli ai più grandi. Facile afferrare carte da gioco, accendini e scarpe, ma aumentando lo spessore della palla, si potevano inglobare anche veicoli, persone e palazzi interi per ingrandire la nostra opera.

Decisamente pazzo quindi il lavoro dietro questo titolo che ritroverà una sua forma anche sulle console del futuro visto che un nuovo gioco intitolato Touch My Kamatari debutterà su Playstation Vita per la nostra gioia. Il gioco è previsto in Giappone già nel mese di dicembre mentre dalle nostre parti dovrebbe arrivare soltanto nel febbraio 2012 con una struttura che presenterà nuovamente tutta la follia degli episodi precedenti. Non vediamo l’ora!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>